Innovazione

Il nuovo Bernabeu del Real Madrid sarà lo stadio più hi-tech mondo

Il tetto mobile, l'erba retrattile, i maxischermi rotanti a 360°: ecco il super tecnologico Santiago Bernabeu, lo stadio del Real Madrid, che sarà inaugurato il 23 dicembre 2023.

Il Real Madrid, la squadra di calcio più vincente della storia, potrà presto fregiarsi anche del titolo di club con lo stadio più moderno del pianeta. Il vecchio Estadio Santiago Bernabeu, inaugurato nel 1947 e profondamente ristrutturato già un paio di volte nel 1982 e nel 2001, si sta sottoponendo dal 2019 a un terzo, radicale e avveniristico restyling, il cui risultato è stato svelato in un video pubblicato sui canali ufficiali dei Blancos. I lavori sono quasi ultimati e la data d'inaugurazione è fissata per il 23 dicembre 2023, quando andrà in scena uno show che non avrà nulla da invidiare a quelli offerti dagli sport professionistici americani - e che, tra l'altro, potranno essere ospitati nel nuovo impianto polifunzionale.

Bernabeu
Un dettaglio del meccanismo che rende retrattile il manto erboso del nuovo stadio Santiago Bernabeu del Real Madrid. © Real Madrid

Garage sotterraneo. In effetti, questa quarta versione del Bernabeu non legherà la sua storia solamente al calcio, ma anche al basket, al tennis e al football americano, grazie alla versatilità delle soluzioni trovate dai progettisti dello studio tedesco GMP Architekten e dagli spagnoli di L35 e di Ribas y Ribas Arquitectos. Lo stadio sarà aperto sette giorni su sette e secondo e, secondo i calcoli della proprietà, dovrebbe rendere circa 360 milioni di euro l'anno. La novità più sorprendente riguarda il campo di gioco, scomponibile in sei lunghe strisce retrattili, che possono scivolare in poche ore all'interno dei sei livelli di un garage sotterraneo, dotati peraltro di sistemi di irrigazione e di illuminazione artificiale. Il tutto servirà a preservare il manto erboso nel caso di concerti e altri eventi, le cui strutture potranno essere ospitate da una superficie più omogenea e meno deteriorabile.

Schermi a 360°. Guardando l'esterno, invece, rispetto al vecchio stadio, la prima cosa che si nota è l'involucro, completamente ridisegnato secondo sinuose linee argentate che avvolgono le tribune e lasciano filtrare la luce diventando concentriche nella parte superiore, che è predisposta a contenere il nuovo tetto scorrevole. Sarà infatti possibile passare dalla modalità "aperto" a quella "coperto" in appena un quarto d'ora. E non finisce qui. Lo stadio madrileno manderà in pensione anche le vecchie tipologie di maxischermi, sia grazie a quelli interni, rotanti a 360° gradi, sia a quello gigante che sarà installato all'esterno, rivolto verso Paseo de la Catellana, e che in alcune occasioni restituirà in tempo reale ciò che sta avvenendo all'interno, e permetterà di aumentare idealmente la già abbondante capienza di 80 mila spettatori.

 

21 settembre 2023 Simone Valtieri
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us