Vent'anni di faccine nei messaggi :-)

Gli emoticon, le faccine diffuse nella posta elettronica, compiono vent'anni. L'ha scoperto un ricercatore dopo sei mesi di "archeologia dei computer".

2002920144442_14

Vent'anni di faccine nei messaggi :-)
Gli emoticon, le faccine diffuse nella posta elettronica, compiono vent'anni. L'ha scoperto un ricercatore dopo sei mesi di "archeologia dei computer".
La discussione in cui è stata proposta per la prima volta la faccina nei messaggi. La frase dice 'Propongola seguente sequenza di caratteri per segnalare una battuta: :-)'.Clicca qui per ingrandire l'immagine.
La discussione in cui è stata proposta per la prima volta la faccina nei messaggi. La frase dice "Propongo
la seguente sequenza di caratteri per segnalare una battuta: :-)".
Clicca qui per ingrandire l'immagine.
Gli emoticon, o faccine, diffusi in miliardi di “esemplari” nei messaggi di posta elettronica di tutto il mondo, hanno compiuto vent'anni. Lo ha scoperto un ricercatore della Microsoft, che si è impegnato in una ricerca durata sei mesi di “archeologia dei computer” tra i milioni di messaggi che sono stati scambiati in vari bulletin board (bacheche elettroniche). Sembra dunque che il primo a proporre caratteri particolari per indicare che la frase era una battuta sia stato Scott E. Fahlam, con la frase (vedere figura accanto): «Propongo la seguente sequenza di carattere per segnalare una battuta: :-). Leggetela di traverso.» Falham stesso, inconsapevole che avrebbe avuto un successo così grande, non aveva conservato il suo messaggio originale, riscoperto da Michael Jones. Prima della faccina originale, erano state proposti altri caratteri, come *, % o addirittura &, che secondo alcuni “assomiglia a un uomo grasso che ride convulsamente”. Fahlam suggerisce di usare sempre la versione originale, e non la variante :), che assomiglia troppo a una rana.

20 Settembre 2002