Innovazione

Uno standard per gli occhiali 3D

Supporteranno tutte le TV 3D.

Molteplici sono stati i motivi che hanno suscitato grande interesse intorno al 3D passivo, quando questo s’è affacciato sul mercato dell’home entertainment: a differenza della precedente tecnologia attiva, il costo degli occhiali è decisamente inferiore e, soprattutto, viene meno la necessità di dispositivi sviluppati ad hoc, diversi da marchio a marchio. Addirittura esistono case produttrici, come Samsung, che da un anno all’altro hanno cambiato il sistema di sincronizzazione delle lenti e, così, i modelli di una generazione non sono più utilizzabili in quella successiva. Si tratta di un vero incubo ad occhi aperti per chi deve scegliere una nuova televisione e non vuole rinunciare alla stereoscopia in salotto; ma non bisogna disperare, perché - notizia dell’ulltima ora - Panasonic, Sony, Samsung e XpanD si sono accordate per creare un paio di occhiali attivi compatibili con tutte le TV più moderne.

Il primo modello, contraddistinto dal marchio Full HD Glasses Initiative, verrà lanciato agli inizi del 2012, supporterà i protocolli di comunicazione sia via IrDA, che via Bluetooth e funzionerà perfino con gli apparecchi realizzati durante il 2011. Chi ha, invece, un prodotto più datato, dovrà prestare particolare attenzione e verificare che ne sia garantita la retrocompatibilità. Invero, le associazioni di consumatori invocavano già da tempo una forma di standardizzazione del settore e la nascita di questa importante alleanza costringerà verosimilmente la concorrenza ad adeguarsi per non compromettere il proprio posizionamento sul mercato. Il prezzo al paio non è stato ancora reso noto, ma certo è che i clienti saranno disposti a spendere qualche euro in più, a patto che i dispositivi acquistati funzionino ovunque e con qualsiasi schermo.

A questo punto, un dubbio sorge spontaneo: se tutti puntano ad unificare gli occhiali stereoscopici, allora si presume che siano convinti che questo sia il futuro, quantomeno a breve termine. E le tanto decantate TV glassesfree? Forse è vero che i pannelli di grandi dimensioni sono difficili da realizzare, probabilmente possono davvero nuocere alla nostra vista ed è legittimo dubitare della loro reale funzionalità, considerato che vanno visti a distanze ben precise ed in posizione frontale; sta di fatto che abbiamo la netta sensazione che anche per quest’anno non potremo ammirarle, salvo clamorose sorprese al prossimo IFA di Berlino.

10 agosto 2011 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us