Innovazione

Una corda di chitarra spiega le crisi in Borsa

Un gruppo di ricercatori ha provato a spiegare le piccole fluttuazioni della borsa con un modello che imita l'oscillazione della corda di una chitarra.

Una corda di chitarra spiega le crisi in Borsa
Un gruppo di ricercatori ha provato a spiegare le piccole fluttuazioni della borsa con un modello che imita l'oscillazione della corda di una chitarra.

La Borsa di New York.
La Borsa di New York.

Gli alti e bassi della Borsa, soprattutto quando solo limitati all'andamento di un titolo, sembrano purtroppo essere influenzati dagli umori degli operatori e non da ragioni concrete. Due ricercatori della Hebrew university, hanno però provato ad interpretare le crisi brevi e convulse, che in economia vengono definite turbolenze, in termini fisici. E hanno scoperto che il mercato, in questi casi si comporta come la corda di una chitarra, che viene sollecitata e dopo una serie di oscillazioni torna al punto di partenza.
Milioni di euro bruciati in pochi minuti. Un esempio, è quanto è capitato il 20 settembre 2002, giornata in cui il Credit Suisse e la Deutsche bank sono andati incontro a una serie di rapide, ma costose, fluttuazioni. Le turbolenze, o oscillazioni smorzate, non innescano grandi crisi. Quando capitano vengono in ogni caso bruciati diversi milioni di euro.
Utilizzando un programma di simulazione, i ricercatori hanno provato a individuare una serie di parametri razionali che potrebbero spiegarne le cause. Il modello infatti genera oscillazioni nel caso si presentino tre diversi tipi di operatori: operatori casuali, che comprano e vendono quando si verificano piccole variazioni del prezzo di un titolo; operatori di mercato, che sono in grado di generare grandi fluttuazioni dei prezzi, operatori inerziali che basano le loro operazioni sull'andamento delle.precedenti transazioni.
I vantaggi dei limiti. Tutti gli operatori si comportano da opportunisti, ovvero sono interessati ad un guadagno anche nel breve periodo e non vogliono perdere le buone occasioni. Questo significa che se in molti iniziano a vendere, tutti vendono, amplificando la fluttuazione dei prezzi. Ma se i prezzi si discostano troppo da quello che viene ritenuto il valore base, il fenomeno rallenta ed eventualmente si inverte. E in questo modo il prezzo inizia una serie di piccole oscillazioni finché non si riassesta a un nuovo livello.
Un altro processo che smorza le oscillazioni, dipende dalla prontezza con la quale gli operatori seguono gli andamenti del mercato. Limiti tecnologici legati alla velocità con la quale i computer utilizzati in borsa effettuano le transazioni infine, posso rallentare la risposta evitando che una perturbazione si trasformi in una crisi più grave.

(Notizia aggiornata al 6 ottobre 2002)

6 ottobre 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us