Innovazione

Un tocco di tecnologia

Il futuro dei computer è nelle nostre mani. Per attivare la musica e svuotare cestini basterà una "bottarella".

Un tocco di tecnologia
Il futuro dei computer è nelle nostre mani. Per attivare la musica e svuotare cestini basterà una "bottarella".

Toccare lo schermo con un dito? Nel futuro si interagirà con pacche sul computer!
Toccare lo schermo con un dito? Nel futuro si interagirà con pacche sul computer!

Nervosi perché il computer non fa ciò che volete? Vi piacerebbe prenderlo a cazzotti o dargli un po' di colpi per farglielo capire? In attesa di una nuova tecnologia che ci permetta di sfogare le nostre frustrazioni informatiche senza rischi e danni, svuotare il cestino o attivare la musica con una "bottarella" allo schermo sono azioni già a portata di mano.
Scuotimi, per favore. Un ricercatore di Apple, Amit Singh, ha infatti applicato un rilevatore di movimento (Sudden Motion Sensor) in un portatile per raccogliere dati su orientamento, velocità e forza applicata al computer; attraverso alcuni software in grado di elaborare questi dati, è già possibile "interagire fisicamente" con il computer.
Come Fonzie. Il contatto fisico tra uomo e computer, attraverso piccoli colpi, ci regala così una nuova interattività: si può avviare la musica con un colpo della mano, come faceva Fonzie nel telefilm Happy Days; alzando il portatile è possibile svuotare il cestino; un leggero scossone potrebbe riordinare i file sulla scrivania, etc. Che al momento si tratti di prototipi è un dettaglio, così come per il mouse dei primi anni '60: nato come esperimento è poi diventato un indispensabile strumento di interazione tra uomo e computer. Intanto immaginarsi che in un prossimo futuro basterà il “delicato tocco” di un martello perché il computer si riavvii, rende più succosa l'attesa e certamente meno nervosi.

(Notizia aggiornata al 29 luglio 2005)

29 luglio 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us