Innovazione

Treni senza conducente nel metrò di Londra

La metro "quasi automatica" è già presente in tre stazioni.

Boris Johnson, sindaco di Londra, annuncia che nel 2014 la sua città avrà la prima linea metropolitata completamente automatizzata. I treni non avranno più il conducente e saranno gestiti da un sistema centralizzato.

“I test sono iniziati su tre linee, ma i treni sono ancora controllati da un ferroviere”

A tutta metro - Londra accelera i suoi piani di modernizzazione della metropolitana. Il sindaco Boris Johnson, che crede moltissimo nei mezzi di trasporto alternativi all'automobile, ha confermato di voler procedere speditamente con l'automatizzazione del metrò londinese e di inaugurare la prima linea completamente senza conducente entro il 2014. Sarà la Northern Line, una linea già esistente che non è molto lunga ma strategica grazie ad alcune stazioni nel cuore della City, come quella di Waterloo.

Semiautomatica - Attualmente Londra ha già alcune linee senza conducente come Victoria, Central e Jubilee. I treni che percorrono queste tre linee sono privi del guidatore ma comunque ancora gestite da un ferroviere. I piani del sindaco Johnson sono di procedere più velocemente verso la completa rimozione del "fattore umano" dalla metropolitana della capitale inglese.

Sindacati contro -Il sindaco, però, se la dovrà vedere con gli agguerriti sindacati dei ferrovieri che non vedono affatto di buon occhio la riduzione del personale dovuto a questo treno 100% automatico. «Voglio lavorare con i sindacati» - ha affermato Johnson - «ma ci potrà essere qualche leader sindacale che non è d'accordo». Al posto del conducente nel metrò londinese ci sarà il "train captain", una sorta di supervisore della sicurezza dei passeggeri. Un ruolo che non è ancora ben chiaro e che sembra aprire le porte verso una metropolitana completamente priva di personale sul treno. I piani, comunque, vanno avanti e se la Northern senza conducente arriverà nel 2014 per altre tre linee - Metropolitan, Circle e Hammersmith and City - si dovrà attendere il 2018.

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Guarda le metropolitane più incredibili del mondo

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

28 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us