Transit Explore Bus: l'autobus che passa sopra alle auto è in funzione in Cina

La rivoluzione del trasporto pubblico è Made in China?

6 anni fa era un'idea bizzarra di un ingegnere cinese, Song Youzhou; 6 settimane fa era un progetto curioso presentato al China Beijing International High-Tech Expo; il 2 agosto si è materializzato a grandezza naturale, pienamente operativo, su di un percorso ad hoc predisposto dall'azienda trasporti di Qinhuangdao.

 

È il Transit Explore Bus (TEB, in breve), un gigantesco autobus elettrico sopraelevato, largo quanto due carreggiate di una normale strada cittadina - e infatti, sotto, passano auto e furgoni alti fino a 2 metri, moto e biciclette come se nulla fosse, mentre l'autobus fa il suo normale servizio.

Tenaci. L'idea originale era (è) davvero bizzarra: pensato per città "moderne" (strade larghe, niente cavi sopraelevati, niente macchine in doppia fila...) l'autobus a tunnel segue tracciati relativamente dritti, o con curve molto ampie. Nell'idea originale poteva trasportare fino a 1.400 persone - e anche questo, per noi, è difficile da immaginare: sono più numeri da treno o da metropolitana all'ora di punta.

 

C'erano poi tutte le promesse possibili e immaginabili per un mondo frenetico e inquinato all'inverosimile: viaggia a 60 km/h, sostituisce 40 autobus e, in un anno, fa risparmiare 800 tonnellate di carburante e 2.500 tonnellate di emissioni...

 

Alla fiera della tecnologia di Pechino (maggio 2016) era un modellino in scala che, come i nostri "trenini", correva su di un vasto diorama completo di strade, luci, auto e pedoncini: ecco il video di quella "vecchia" esibizione.

 

 

TEB-1, il prototipo. Il Transit Explore Bus appena entrato in funzione ha un volume più contenuto, adeguato ad "appena" 300 persone, ma piccole differenze a parte - che stando all'azienda trasporti sono temporanee - il prototipo rispetta l'idea originale ed ha funzionato perfettamente. Lungo il percorso cittadino, indifferente al traffico, ha caricato e depositato a destinazione diverse decine di entusiasti passeggeri: test di successo, dunque, e visto come sono andate le cose è probabile che non passerà molto tempo prima di vedere in funzione il TEB-2, e anche come si possa gestire ordinatamente un tale flusso di passeggeri. Nel frattempo, ecco qui sotto una piccola gallery del test appena concluso:

03 Agosto 2016 | Raymond Zreick