Innovazione

Telosa, la città del futuro che arriverà (forse) tra dieci anni

Telosa si aggiunge alla lista delle utopiche città del futuro: nata dall'idea di un miliardario statunitense che vuole una metropoli sostenibile, pulita e inclusiva.

Sulla scia di grandi aziende come Toyota, che lo scorso 27 febbraio ha inaugurato la sua città del futuro alle falde del Monte Fuji, in Giappone, nel mondo stanno sorgendo diversi progetti di città del futuro, sostenibili e supermoderne: una di queste è l'utopica Telosa, nata dalla mente del miliardario statunitense Marc Lore, innovativa metropoli che - si legge nelle dichiarazioni - «stabilirà un nuovo standard di vita urbana, espandendo il potenziale umano e diventando un modello per le generazioni future». Anche il nome evoca grandiosità: deriva dal termine greco telos, utilizzato dal filosofo Aristotele, che significa "fine, scopo, obiettivo".

La nuova metropoli, progettata da uno studio di architetti danese, sarà più inclusiva, più accessibile, più sostenibile di qualunque altra metropoli moderna: «Vogliamo combinare il meglio delle città attuali, e costruire Telosa mettendo al centro le persone», spiega Lore in video.

Sogno americano 2.0. «Telosa sarà piena di vita come New York, pulita come Tokyo e sostenibile come Stoccolma». Non si sa ancora con precisione dove sorgerà questa città del futuro, ma alcune zone possibili (tutte negli USA) sembrano essere il Nevada, lo Utah, l'Idaho, l'Arizona, il Texas, o la regione degli Appalachi. Secondo il progetto, Telosa si estenderà per oltre 600 km quadrati e ospiterà fino a cinque milioni di abitanti nel 2060, con una densità abitativa analoga a quella di San Francisco.

città futuristica
Equitismo... un concetto centrale di Tolosa è l’equitismo, neologismo che indica «un sistema economico nel quale gli abitanti hanno una partecipazione nella città in cui vivono». In pratica, chi vive a Tolosa ne è anche proprietario: se la città migliora, anche i cittadini vivono meglio. © Peera_stockfoto | Shutterstock

I primi residenti dovrebbero essere accolti nel 2030, ma la posa della prima pietra è ancora lontana: affinché non si risolva tutto in una bolla di sapone - come spesso accade a questi progetti, bellissimi da raccontare con termini da sogno americano come "equità, sostenibilità, giustizia", ma difficilmente attuabili - c'è bisogno di denaro.

Appuntamento tra dieci anni. Molti dei miliardi necessari li metterà lo stesso Lore, ma non bastano: secondo Fortune, l'imprenditore spera di racimolare gli spiccioli necessari a rendere realtà il suo sogno da filantropi, investitori privati e sovvenzioni statali e federali. Non ci resta che attendere la cerimonia d'inaugurazione, tra nove anni.

30 settembre 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us