Telefonini a luci rosse

Sarà la pornografia a decretare il successo dei nuovi video-fonini Umts?

2003124103253_8
|

Telefonini a luci rosse
Sarà la pornografia a decretare il successo dei nuovi video-fonini Umts?

 

Un filmino sul telefonino. I cellulari Umts permetteranno di vedere immagini e filmati da Internet ovunque vi troviate.
Un filmino sul telefonino. I cellulari Umts permetteranno di vedere immagini e filmati da Internet ovunque vi troviate.

 

Sarà la pornografia a decretare il successo europeo dei nuovi telefonini ultra-veloci Umts. I cellulari 3G (di terza generazione) che secondo le stime più ottimistiche dovrebbero essere disponibili in Italia dal prossimo febbraio, avranno la possibilità di ricevere immagini in movimento con un risoluzione più che discreta, e proprio il mondo della pornografia potrebbe trovare nuovi sbocchi. Almeno questo è quello che pensano i manager delle società pornografiche europee. “L'ottanta per cento del mercato delle nuove tecnologie, VHS, Internet e DVD - spiega Charles Prast alla guida della Private Media Group, la società a luci rosse che ha comprato i resti di Napster - è costituito di materiale per adulti, non c'è motivo per cui non lo sia anche quello dei telefonini di nuova generazione.”
Secondo una società di ricerche, nel 2006 il giro di affari legato alla pornografia sarà di 70 miliardi di Euro (per farsi un'idea, la cifra è di poco superiore al prodotto interno lordo del Cile nel 2001), 4 dei quali realizzati grazie alla telefonia mobile. Un dato confermato dal mercato olandese in cui le società che offrono il servizio telefonico hanno già iniziato a mettere a disposizione dei propri clienti immagini pornografiche. Ma non tutti i fornitori di servizi di telefonia mobile sono d'accordo nel cavalcare la tigre della pornografia portatile, la società svedese Telia Mobile ha affermato che non ha nessuna intenzione di vendere pornografia ai propri clienti. Per i magnati dei prodotti a luci rosse è normale che gli operatori preferiscano non parlarne, ma sono sicuri che sarà una grossa fonte d'introiti per loro.

(Notizia aggiornata al 25 gennaio 2003)

 

24 gennaio 2003