Innovazione

Spot, il robot di Google

Vagamente simile a un cane, il nuovo robot di Boston Dynamics dimostra di avere uno straordinario senso dell'equilibrio.

Boston Dynamics, azienda di robotica acquistata da Google più di un anno fa, ha già in catalogo diversi robot sorprendenti: WildCat, PET-Proto, Cheetah, BigDog, il cavallo meccanico LS3. Adesso arriva Spot, un ibrido che rappresenta la somma delle precedenti esperienze e che può essere visto come un piccolo mulo o come un cane di grossa taglia.

Il fratellino di BigDog. Spot è l'evoluzione del massiccio BigDog, una delle prime creature a comparire anche sul web - era il 2008 e il video postato su YouTube raccolse milioni di visualizzazioni. Pesa 73 kg (contro i 109 del fratello maggiore) ed è più veloce, ma non si sa quanto veloce, perché fuori dai laboratori dov'è nato nessuno sa molto delle sue caratteristiche. Là dove dovrebbe esserci la testa sono installati i sensori dedicati alla navigazione, che permettono al robot a quattro zampe di sfidare ogni tipo di terreno. Il motore è elettrico e, anche in questo caso, non se ne conosce l'autonomia.

Nel filmato a inizio pagina lo vediamo camminare tra i corridoi della Boston Dynamics, salire le scale, zampettare nel bosco, correre sull'asfalto, affrontare senza incertezze discese e asperità varie e assorbire senza difficoltà un paio di forti urti laterali sotto forma di calci ben assestati sui fianchi. Spot incassa, recupera equilibrio e postura e riprende a fare ciò che faceva.

Solo da battaglia? Negli anni passati la Boston Dynamics, che nasce da una costola del MIT, ha lavorato a braccetto con il Darpa, agenzia Usa per la ricerca e la progettazione di sistemi di difesa avanzati, incaricata di sviluppare tecnologie per uso militare. L'entrata in scena di Google non ha cambiato nulla: il governo americano rimane uno dei partner principali e Spot e i suoi figli potrebbero un giorno essere usati in teatri di guerra. Allo stesso modo, però, questo potrebbe essere solo un antipasto di futuro, perché ben poco si sa, per adesso, sui programmi di robotica che intende sviluppare Big G.

11 febbraio 2015 Davide Decaroli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us