Innovazione

Sergey Brin in metro a NY con i Google Glasses

Beccato da un giovane geek newyorchese.

Sergey Brin a bordo della metropolitana di New York? Sì, pare sia un habitué. E il co-fondatore del colosso di Mountain View viaggia indossando e testando i Google Glasses, progetto avveniristico di realtà aumentata che promette di farcene vedere di tutti i colori. Incontri che mai penseresti possano accadere…

"Brin viaggia indisturbato
e senza scorta. Coraggioso."

Incontri ravvicinati - Sul metro di New York può capitare di incontrare di tutto. Stripper che utilizzano i pali per le loro lap dance, stanchi e assonati pendolari che ti si addormentano sulla spalla e ti abbracciano e il 24esimo uomo più ricco al mondo che torna a casa dopo una nottata passata a fare baldoria. Storia di pochi giorni fa: Noah Zerkin, autodefinitosi geek appassionato di computer indossabili e realtà aumentata, intravede nel suo stesso vagone una faccia conosciuta e si avvicina. E, quando si trova praticamente nel sedile di fronte, è certo della sua prima impressione: quell'uomo è Sergey Brin, co-fondatore di Google e a capo del Project Glass.

Occhio agli occhiali - Fatto ancora più incredibile - se già l’aver incontrato un multimiliardario sulla metro non lo fosse -Brin indossava i Google Glasses, uno dei progetti più innovativi e interessanti portati avanti dai laboratori di Mountain View. Questi occhiali speciali, come già accennato, permettono a chi li indossa di ricevere informazioni sulla zona dove si trova e su ciò che sta guardando. Una volta connessi a Internet, infatti, utilizzano i potenti mezzi di ricerca di Google per fornirti tutte le informazioni di cui potresti avere bisogno. Solo che, fa notare il giovane Zerkin, anche uno degli uomini più ricchi al mondo avrà difficoltà a trovare una linea attraverso cui connettersi sotto il metro di New York City. (sp)

Project Glass: Live Demo al Google I/O (sottotitoli ITA)

22 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us