Innovazione

Samsung prepara sensore 13 Mpx per smartphone

Sarà usato dall’anno prossimo.

di
iPhone 5 e Galaxy Note 2 sono i due smartphone del momento, anche se entrambi hanno deluso le aspettative per lo stesso motivo: la fotocamera. Tutta colpa di Sony e, così, Samsung ha deciso di sviluppare da sola un nuovo sensore da 13 Megapixel.

"Il Galaxy Note 2 avrebbe già dovuto avere un sensore da 13 Megapixel"
Impressioni di settembre - Prima è arrivato il Galaxy Note 2: bellissimo lo schermo, ottime le prestazioni e pratico il nuovo pennino, ma la fotocamera è la stessa già vista nel fratello minore Galaxy S III. Poi è stato il turno dell’iPhone 5: le dimensioni dello schermo sono cresciute, il processore è diventato ancora più potente e il sistema operativo iOS 6 ha portato grossi cambiamenti, eppure la fotocamera è rimasta pressoché immutata.

Fermi tutti - In entrabi i casi, insomma, il sensore si è fermato a 8 Megapixel: un valore di tutto rispetto, questo è certo, ma nulla di strabiliante come ci si sarebbe aspettati da giganti dell’elettronica del calibro di Apple e Samsung. Oltretutto, i rumors che avevano preceduto il lancio dei due dispositivi parlavano di nuovi sensori da 13 Megapixel, che avrebbe dovuto fornire Sony. La casa giapponese - o chi per lei - deve aver avuto qualche contrattempo e, così, i nuovi modelli sono rimasti bloccati alla fotocamera della generazione precedente.

Samsung balla da sola - Samsung in particolare non sembra aver gradito il rallentamento provocato da Sony e ha deciso di iniziare a muoversi in modo autonomo, per evitare che problemi simili possano ripetersi in futuro. È nato in quest’ottica il nuovo sensore da 13 megapixel, che la multinazionale di Seul sta preparando nei suoi laboratori coreani e che non sarà pronto prima dell’anno prossimo. Dovremo pertanto aspettare la seconda metà del 2013 prima di poter ammirare i nuovi smartphone che lo monteranno.

Foto più luminose - Non è trapelato quasi nulla al riguardo, al momento, a parte la risoluzione massima - 4.208 x 3.120 pixel - e la retroilluminazione attiva, che di fatto lo renderà un sensore di tipo BSI. Quest’ultimo dettaglio è forse il più interessante, perché contribuirà ad aumentare la qualità degli scatti, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione: d’altra parte, è risaputo che i flash integrati negli smartphone non fanno i miracoli e che l’apertura focale delle loro ottiche non è sempre adeguata.

LG a sorpresa - Dobbiamo, quindi, prepararci a un futuro con tanti MPixel in più, soprattutto nel settore della telefonia mobile? Sembrerebbe proprio di sì, anche se non sarà la sopraccitata Samsung ad aprire le danze.

Oltre a Sony, che per prima ha raggiunto la vetta con il suo Xperia T, presentato all’IFA di Berlino, a breve si aggiungerà anche LG, che monterà lo stesso sensore da 13 megapixel nel suo phablet - neologismo che indica un ibrido tra smartphone e tablet, come il Galaxy Note - Optimus Vu.

Sony non fa distinzioni - Ti stai chiedendo come abbia fatto LG a ottenere questa fornitura in tempo utile e Samsung invece no? La risposta è semplice: Sony non ha fatto favoritismi tra le due aziende coreane, bensì si è basata sulle stime di vendita. La prima, infatti, ha richiesto un numero di pezzi nettamente inferiore alla seconda e, così, la casa giapponese è riuscita a evadere l’ordine senza problemi. La morale della favola è quasi paradossale: se solo Samsung avesse avuto meno successo, forse avrebbe potuto lanciare uno smartphone migliore. (sp)

IFA 2012 GALLERY: I MIGLIORI PRODOTTI PRESENTATI A BERLINO

17 settembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us