Innovazione

Samsung copiò Apple ma “senza volerlo”…

Ecco il verdetto del giudice Lucy Koh.

di
Gran ribaltone alla revisione del processo che vede Apple e Samsung in guerra per violazione dei brevetti negli Stati Uniti. Il colosso coreano ha scopiazzato i prodotti della Mela ma, secondo il giudice federale Lucy Koh, non ci sarebbe stata la “volontarietà” di infrangere alcuna “invenzione” di Cupertino.

"La revisione del verdetto scontenta sia Apple che Samsung"

Involontario

Il giudice, nel corso della procedura di revisione della sentenza emanata lo scorso 24 agosto, ha parzialmente ribaltato il verdetto della giuria riconoscendo a Samsung l’involontarietà della sua condotta

Soggettiva e non oggettiva - La giuria, infatti, aveva riconosciuto Samsung colpevole di aver infranto cinque brevetti registrati a nome di Apple. Insomma, aveva scopiazzato qua e là prodotti del colosso di Cupertino per realizzare i suoi smartphone e tablet. E c’era stata, sempre secondo la giuria, una volontarietà soggettiva nel portare avanti questa pratica. Per il giudice Koh, però, a mancare è stata la volontarietà oggettiva: Samsung credeva in buona fede di non infrangere alcun brevetto mentre realizzava i suoi prodotti. Questa decisione mette al riparo l’azienda coreana da ulteriori richieste di risarcimento da parte di Apple. Samsung, nel caso di un verdetto sfavorevole, poteva veder triplicare la sua già miliardaria sanzione.

Processo giusto - Il giudice Koh ha anche respinto la richiesta di ripetere il processo avanzata dal team di legali di Samsung che lo ritengono ingiusto, così come il verdetto, a causa di svariati fattori. Tra questi le limitazioni temporali imposte dal giudice, limitazioni poste ai testimoni e alle domande da rivolgere in fase di interrogatorio e dalla pubblicità trasmessa nel corso delle sedute del processo. Secondo il giudice federale un nuovo processo «andrebbe contro gli interessi della giustizia». (sp)

Samsung sbeffeggia Apple: iPhone 5? C'è già il Galaxy SIII...

30 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us