Focus

Quindici curiosità su Nintendo

di Silvia Ponzio

Ecco tutte le domande che avresti voluto fare su Nintendo e non hai mai osato chiedere. Da Super Mario alle collaborazioni con Sony per la futura PlayStation...

Tutti credono che Nintendo nasca nel 1889 come produttore di carte da gioco Hanafuda (“schede del fiore in giapponese). Non è vero perché il gioco Hanafuda è stato bandito nel in 1791, durante l’era Kansei perché era diventato troppo popolare.

Il termine “Nintendo”, tradotto in italiano, significa (più o meno) “la fortuna che discende dai cieli”.

Mario, creato nel 1981 da Shigeru Miyamoto e sicuramente uno dei personaggi più conosciuti di Nintendo, era conosciuto nella sua “infanzia” come Jumpman. Nintendo America decise però di chiamarlo Mario vista la somiglianza con Mario Segale, proprietario dello stabile della sede americana Nintendo negli anni Ottanta.

Super Mario Bros 2 non è un “vero” Mario. Nintendo pubblico l’originale Super Mario Bros. 2 in Giappone ma pensò che fosse troppo difficile per gli americani così, in fretta e furia, prese il gioco “Yume Kojo: Doki Doki Panic”, cambiò i personaggi e lo rinominò “Super Mario Bros.: The Lost Levels”.

Shigeru Miyamoto, il papà di Mario, va a lavorare in bici. Quando infatti si sposò con Yasuko, una collega che lavorava nel dipartimento di amministrazione generale di Nintendo, andarono a vivere in una piccola casa vicino alla sede di Nintendo in modo da poter andare a lavorare insieme a piedi o in bici. Shigeru Miyamoto pere non possieda neanche la macchina…

I cespugli in Super Mario Bros sono semplicemente delle nuvole ricolorate di verde.

Gunpei Yokoi, il creatore del Game Boy, morì nel 1997 in un incidente d'auto. Si era ritirato da Nintendo nel 1997 dopo il fallimento commerciale del Virtual Boy, il primo esperimento per introdurre il 3D nel mondo video ludico. I tempi non erano ancora maturi… 

Nintendo, molti anni fa, decise di collaborare con Philips per contrastare il successo del concorrente Sega. Dopo poco però, Sega fallì, e Nintendo abbandonò il progetto. Philips proseguì da sola e lanciò sul mercato la console Philips CD-i anche perché Nintendo le aveva concesso i diritti di alcuni titoli, tra cui Zelda e Mario. La Philips CD-i fu un flop.

Ekans is 'snake' backwards Ekans è un pokemon serpente e il termine Ekans non èaltro che il termine snake, ossia serpente in inglese, al contrario.

10. Pare che Nintendo e Sony, almeno all’inizio, lavorarono insieme per sviluppare quella che sarebbe diventata la PlayStation.

Leggenda vuole che Final Fantasy VII, primo gioco di ruolo della saga di Final Fantasy sviluppato da Squaresoft (ora Square Enix) nel 1997 per PlayStation, era destinato in origine alla Nintendo 64, la console per videogiochi a 64 bit prodotta da Nintendo e succeduta al Super Nintendo Entertainment System (SNES).

Donkey Kong è videogioco arcade di Nintendo uscito nelle sale giochi nel 1981. Il gioco, che avrebbe dovuto chiamarsi “Monkey Kong”, rappresenta il debutto di personaggi famosi come personaggi Mario e Donkey Kong.

Il termine Tetris deriva da "tetra" (τετρα) che significa "quattro". È un videogioco di logica e ragionamento inventato da Aleksej Pažitnov che deve la sua immensa popolarità soprattutto al Game Boy.

In Zelda: A Link To The Past c’è una stanza secreta. Nintendo bandì anche un concorso per scoprire il suo nascondiglio e mettendo in palio proprio questa stanza. Nessuno ha mai scoperto dove si trova.

Nintendo sostiene che Mario è comparso in oltre 200 giochi. Per il Guinness erano “solo” 116 nel 2008, esclusi remake, adattamenti e conversioni.

Tutti credono che Nintendo nasca nel 1889 come produttore di carte da gioco Hanafuda (“schede del fiore in giapponese). Non è vero perché il gioco Hanafuda è stato bandito nel in 1791, durante l’era Kansei perché era diventato troppo popolare.