Innovazione

PlayBook di RIM userà le stesse app per smartphone

Google concederà il market a RIM?

L’idea probabilmente è nata dalla voglia da parte di RIM di attirare più utenti possibili verso il suo nuovo pad, effettivamente avere un dispositivo compatibile sia con le applicazioni di RIM sia con quelle di Android sarebbe un sogno per molti di noi.

Diamo un’occhiata più da vicino a alla diceria che probabilmente ha un fondo di verità.

RIM ha intenzione di portare sui suoi dispositivi (smartphone e pad) una virtual machine JAVA open source Dalvik, così da simulare le applicazioni Android su i suoi dispositivi.

Portare un maggior afflusso di BlackBerry nelle mani della clientela vorrebbe dire diffondere maggiormente prodotti RIM e l’idea di sfruttare il mondo delle applicazioni non è sicuramente una novità ma usare le apps di un altro questa è davvero una novità.

Google da parte sua, già in tribunale per far valere i propri diritti nei confronti di Oracle, non è detto che si opponga all’idea di RIM anche perché vorrebbe dire una nuova controversia da risolvere in tribunale.

Tuttavia un’alleanza da parte di RIM con Android potrebbe portare anche ad una brutale vittoria da parte dei due nei confronti di Apple che raccoglie continui successi con il suo App Store ed il nuovo iPad 2 in arrivo.

Altro aspetto che darebbe manforte alla volontà di RIM di arrivare al Market di Android viene dal fatto che il pad BlackBerry: il PlayBook al lancio avrà un lungo distacco dai suoi concorrenti (iPad e Android) dovuto principalmente alla presenza di pochi applicativi a lui dedicati.

30 gennaio 2011 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us