Tecnologia

Piangere nello spazio? È praticamente impossibile!

È praticamente impossibile!

di
Se avrai mai la fortuna di viaggiare nello spazio bada bene a non commuoverti fino alle lacrime: in assenza di gravità non puoi piangere. Un bel problema!

"Le lacrime si condensano in "palline" e non si dispergono"
Lacrime amare - La conferma l’ha data, suo malgrado, l’astronauta Andrew Feustel, in missione insieme a Michael Fincke. I due stavano collegando alcuni cavi dell’elettricità dalla parte americana a quella russa della Stazione Spaziale Internazionale, quando un fiocco di antiappannante è finito nell’occhio dell’astronauta, facendolo lacrimare. Peccato che il liquido non sia mosso di un millimetro, provocandogli fastidio e nonché dolore.

Bando all’emotività - L’assenza di gravità impedisce alla lacrima di scendere come fa qui sulla Terra. Rimane quindi attaccata all’occhio, irritandolo leggermente: Feustel ha dovuto asciugarsi con l’aiuto della spugnetta abitualmente usata per il naso quando si verifica un cambiamento di pressione. In alternativa, come fa notare l’astronauta Ron Parise, avrebbe dovuto attendere che ci fosse sufficiente liquido da staccarsi e disperdersi. Sarebbe, però, un po’ troppo masochistico. Diciamo che, nello spazio, la soluzione migliore è comportarsi da duri, e non piangere mai. (sp)

Le invenzioni Nasa che hanno cambiato il mondo

17 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

In viaggio con Dante Alighieri: per scoprire il “suo” Medioevo, seguirlo sulla via dell'esilio e capire i motivi che lo spinsero a scrivere la Divina Commedia, pietra miliare della lingua e della letteratura italiana. E ancora: i segreti di Madame Claude, la maitresse più famosa di Parigi che “inventò” le ragazze squillo; nella Napoli di Gioacchino Murat, il cognato coraggioso e spavaldo di Napoleone.

ABBONATI A 29,90€

Le nostre attività lasciano un’impronta sull’ambiente, ma dobbiamo vivere in un mondo più sostenibile. Come fare? Inoltre: Voyager 2, la navicella più longeva nella storia delle missioni spaziali; come funzionano i reparti di terapia intensiva dove si curano i malati della CoViD-19; cos'è davvero il letargo per gli animali.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us