Perché lungo il percorso del canale di Panama c’è un dislivello di 26 metri?

Fino al 1914, anno di apertura del canale, le due Americhe erano unite da una sottile striscia di terra. Allo scopo di mettere in comunicazione l’Atlantico e il Pacifico ed evitare alle navi il...

2002628221833_10

Fino al 1914, anno di apertura del canale, le due Americhe erano unite da una sottile striscia di terra. Allo scopo di mettere in comunicazione l’Atlantico e il Pacifico ed evitare alle navi il lungo periplo del Sud America, l’istmo fu tagliato.
I lavori, iniziati nel 1881, furono colossali, anche perché la zona attraversata raggiungeva i 160 m di altitudine: per ridurre il dislivello prima a 50 m e poi a 26, vennero asportati quasi 80 milioni di m3 di roccia! L’opera però si fermò e nel 1904 subentrarono gli Stati Uniti, che optarono per la realizzazione di un canale a chiuse che si sarebbe elevato fino ai 26 m rimasti e avrebbe permesso alle navi di superare questo dislivello. E così è stato: dopo 23 km a livello dell’Atlantico, il canale viene innalzato a 26 m dalle chiuse di Gatún; le chiuse di Pedro Miguel lo abbassano poi alla quota di 16,5 m, finché la diga di Miraflores lo porta a livello del Pacifico nei pressi di Balboa.
In questo modo i due terzi del canale si trovano a un’altitudine superiore a quella del mare.

28 Giugno 2002