Innovazione

Pedalare a oltre 100 km/h

Un costruttore inglese ha realizzato a una bici a scatto fisso in grado di raggiungere i 100 km/h. E forse anche di più. Ecco il suo segreto.

È possibile spingere una bicicletta, pedalando in piano, fino a 100 km/h? Sì, a patto che abbia una aerodinamica molto spinta e il rapporto giusto. Ci sta provando Donhou Bicycles, un produttore britannico di biciclette che ha recentemente presentato la Land Speed Bike, la curiosa bici che vedete nella foto qui sopra.

[Guarda anche le bici più pazze del mondo]

Denti da record
Ciò che caratterizza il mezzo è l'enorme corona anteriore da 104 denti, più del doppio rispetto a una normale bici da passeggio. E poi materiali ultraleggeri, un manubrio bassissimo per ridurre l'attrito del ciclista e freni a disco decisamente più simili a quelli di una moto che a quelli di una bici.
La bicicletta è stata avvistata per la prima volta a una fiera di settore tenutasi a Bristol qualche settimana fa e secondo quanto dichiarato dall'azienda al magazine NPR è già stata fatta volare a 60 miglia l'ora (96 km/h) su una pista di atterraggio in disuso nelle campagne inglesi.
Il prossimo obiettivo dei progettisti è quello di lanciare la superbici a 100 miglia l'ora, circa 160 km/h. In questa impresa ai limiti dell'impossibile il coraggioso ciclista sarà aiutato da un'auto che, precedendolo, aprirà l'aria davanti a lui riducendo così l'attrito.

Ti potrebbero interessare
La storia della bicicletta
Troppe bici: l'Olanda è al collasso
Le bici più pazze del mondo

13 maggio 2013 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us