Innovazione

Pannelli solari per raffreddare la casa. E la Terra

Nuove combinazioni di nano materiali consentono ora di costruire pannelli solari refrigeranti potenzialmente capaci di mitigare l'effetto dei cambiamenti climatici.

Un team di ricercatori della Stanford University, Shanhui Fan, Aaswath Raman e Eden Rephaeli, ha annunciato di avere sviluppato un pannello solare refrigerante: si tratta di uno speciale specchio capace di riflettere un'elevata quantità di radiazione solare (circa 100 Watt/m.q. sui circa 200 che giungono al suolo) senza subire deformazioni a causa del calore, e quindi senza perdita di efficienza. In più, la radiazione è riflessa a una lunghezza d'onda tale da permetterle di fuggire nello spazio, sfuggendo all'effetto serra atmosferico. Le due caratteristiche sono state ottenute a partire da nano materiali fotonici già noti per la loro capacità di potenziare - oppure di sopprimere completamente - la riflessione della luce a particolari lunghezze d'onda.

Facendo da efficace sbarramento al calore solare, sul pannello refrigerante si creerebbe una differenza di potenziale termico da sfruttare per raffrescare superfici e flussi d'aria. Se arriverà a essere prodotto potremmo avere un notevole risparmio di energia nel raffrescamento estivo degli edifici e in analoghe situazioni industriali, ma soprattutto potremmo avere una buona arma per contenere i cambiamenti climatici cui va incontro il pianeta con il riscaldamento globale.

Nell'immagine qui sopra: la radiazione solare che attraversa la nostra atmosfera cambia lunghezza d'onda, col risultato che quella riflessa non può sfuggire e tornare nello spazio, dando così luogo all'effetto serra. I pannelli refrigeranti sarebbero capaci di riflettere la radiazione a una lunghezza d'onda tale da farle riattraversare l'atmosfera.

VEDI ANCHE

La Giornata della Terra 2013

I cambiamenti climatici sono irreversibili?

Mini-guida per sopravvivere al caldo

23 aprile 2013 Silvia Ponzio
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us