Innovazione

Pacemaker mai più senza pile

Il corpo umano fornirà direttamente l'energia elettrica per ricaricare le pile.

Pacemaker mai più senza pile
Il corpo umano fornirà direttamente l'energia elettrica per ricaricare le pile.

Ai raggi x un minuscolo pacemaker impiantato nel petto di un uomo.
Ai raggi x un minuscolo pacemaker impiantato nel petto di un uomo.

I portatori di pacemaker e di altri apparecchi elettromedicali non dovranno più temere l'esaurimento delle batterie, né i periodici interventi necessari alla loro sostituzione. Un dispositivo sottocutaneo sarà infatti in grado di mantenerle costantemente in carica, ricavando la necessaria energia elettrica dal calore generato dal corpo umano.
Minicentrale termoelettrica nel braccio. Il microscopico impianto utilizza un chip che racchiude al suo interno migliaia di generatori termoelettrici. La produzione di corrente avviene grazie allo sfruttamento di un principio fisico noto come coppia galvanica o effetto Seebeck, secondo il quale tra due metalli accoppiati e tenuti a temperature diverse si genera un passaggio di elettroni e quindi di energia elettrica.
Un'azienda specializzata nella produzione di apparecchi biomedicali, sta studiando il modo per riunire migliaia di coppie galvaniche all'interno di un microchip per ottenere corrente in quantità sufficiente. Fino ad oggi nessuno ci è ancora riuscito, ma i progettisti sono più che ottimisti. Il loro obiettivo è impiantare il micro-sistema di produzione di energia elettrica qualche millimetro sotto la pelle, dove si registrano differenze di temperatura che possono arrivare fino a 5°, più che sufficienti a garantirne il funzionamento.
Materiali spaziali. Il materiale utilizzato per la costruzione delle coppie galvaniche è la tellurobismuthite (Bi2Te3), un semiconduttore che grazie ad alcune impurità presenti al suo interno permette di avere una considerevole differenza di elettroni tra le due estremità della coppia stessa. Questo garantisce la generazione di una maggior quantità di energia elettrica rispetto a quella che si otterrebbe da una coppia di metalli nelle stesse condizioni di temperatura.
Obiettivo del progetto è quello di estendere la vita utile delle batterie dei pacemaker da 10 a 30 anni grazie alla continua ricarica (poi dovranno essere sostituite comunque, come le batterie dei telefonini), e di riuscire a garantire l'alimentazione diretta di dispositivi a bassa potenza. Per far questo sembra possa essere sufficiente un generatore di circa 2,5 centimetri quadrati, in grado di produrre una corrente di 4 volt con una potenza di 100 microwatt.

(Notizia aggiornata al 16 giugno 2004)

16 giugno 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us