Innovazione

Oms: e se i cellulari provocassero il cancro?

Con il cellulare aumentano le probabilità di ammalarsi di cancro.

L’uso del telefono cellulare potrebbe aumentare il rischio di ammalarsi di cancro. È quanto sostiene un gruppo di esperti dell’International Agency for Research on Cancer dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità).

“I risultati del gruppo di lavoro saranno disponibili online tra qualche giorno”

Rischio cancro - Le radiazioni del cellulare fanno venire o meno il cancro? È una domanda che ci assilla da anni, ma non abbiamo mai ricevuto una vera risposta certa. Eccola! Un gruppo di 31 scienziati provenienti da 14 Paesi si è riunito dal 24 al 31 maggio a Lione presso la sede dell’International Agency for Research on Cancer (IARC) - organismo internazionale che (tra le altre cose) stila la classificazione sui rischi relativi ai tumori di agenti chimici e fisici. E lo IARC, collegato all’Organizzazione mondiale della sanità, ha classificato i campi elettromagnetici a radiofrequenza prodotti dai cellulari come potenzialmente cancerogeni per l’uomo, ossia appartenenti alla categoria 2B. Una notizia bomba visto che tutti usiamo o comunque siamo sempre nel raggio dei dispositivi che comunicano via wireless.

Test a lungo termine - Secondo gli scienziati, l’uso dei cellulari potrebbe aumentare il rischio di glioma, un tipo di tumore cerebrale maligno, e di neuroma acustico, una forma benigna. Questo significa che, viste le possibili conseguenze per la salute pubblica, è fondamentale condurre ulteriori ricerche sull’uso massiccio dei cellulari a lungo termine. I risultati completi del gruppo di lavoro saranno pubblicati sul numero di luglio di Lancet Oncology e nei prossimi giorni disponibili anche online. (pp)Silvia Ponzio

1 giugno 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us