Innovazione

Novità "verdi" dagli USA:un materiale in grado di recuperare energia

Questo materiale innovativo è in fase di studio in USA.

Le tecnologie eco-friendy sono uno dei punti cardine per un futuro maggiormente rispettoso dell'ambiente e libero dall'oppressione delle fonti non rinnovabili: automobili ibride, elettriche, pannelli solari, centrali eoliche e quant'altro sono i mezzi che permetteranno una convivenza migliore e soprattutto "pulita" con l'ambiente. Gli scienziati di tutto il mondo concentrano i loro sforzi in progetti verdi, e proprio da un'università americana arrivano importanti novità in materia di recupero di energia.

Questa procedura viene sempre più utilizzata nel campo dei trasporti: moltissime auto di ultima generazione sono dotate di meccanismi di recupero di energia in frenata, i quali forniscono energia a delle batterie che possono avere diversi scopi, come, ad esempio, abbattere i consumi fornendo trazione alle ruote motrici. Il KERS utilizzato in Formula 1 funzione proprio così, ma al posto che essere utilizzato per risparmiare carburante, viene attivato per avere una spinta ulteriore da parte del motore. La scoperta effettuata dai ricercatori dell'Università del Minesota, potrebbe rivelarsi utile in fuznione di questo discorso: si tratta di un materiale in lega capace di trasformare il calore in energia elettrica. Benchè questo progetto sia ancora agli inizi, un possibile utilizzo nel campo delle auto sembra più che probabile: il calore emesso dai gas di scarico, infatti, potrebbe essere catturato e trasformato in energia elettrica per alimentare, ad esempio, una batteria di un automobile ibrida.

Questo ennesimo traguardo raggiunto nel campo dell'elettricità mostra come questa forma di energia potrebbe essere la più solida alternativa ai combustibili fossili.

Scopri le dieci innovazioni tecnologiche per la tua auto

23 giugno 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us