Innovazione

Miniere vegetali

Piccole pianticelle estrarranno dal terreno particelle d'oro. Per usarle nelle nanotecnologie.

Miniere vegetali
Piccole pianticelle estrarranno dal terreno particelle d'oro. Per usarle nelle nanotecnologie.

Una pianticina di alfalfa, di solito utilizzata per foraggio.Una ricerca è tesa ad usarla per  estrarre l'oro dal terreno.
Una pianticina di alfalfa, di solito utilizzata per foraggio.
Una ricerca è tesa ad usarla per estrarre l'oro dal terreno.

Le piante di erba medica potranno essere utilizzate come miniere d'oro: non forniranno ciò che serve per realizzare gioielli e orologi, ma preziose microparticelle per l'industria nanotecnologica. I frammenti d'oro, non più grandi di un miliardesimo di metro, potranno essere infatti utilizzati per per ottenere colloidi d'oro, impiegati come coloranti in vetro e smalti, ma anche semiconduttori sempre più miniaturizzati. Rispetto ai materiali attualmente in uso hanno una maggiore resistenza all'ossidazione, e migliori conducibilità elettrica e termica. La produzione di nanoparticelle d'oro viene già effettuata, ma il procedimento avviene per via chimica e produce rifiuti altamente inquinanti. Le piante invece, oltre all'acqua e ai sali minerali, estraggono dal terreno tramite le radici anche i metalli. E uno studio in corso all'Università del Texas, finanziato dalla Agenzia americna per l'ambiente, dovrebbe verificare la loro effettiva efficacia. Coltivate su un substrato contenente oro, le piantine sono state sottoposte a una indagine spettroscopica per verificare se contenevano l'oro, e se le particelle avevano le proprietà richieste. Ora resta da capire come estrarlo, anche se sembra che il sistema più semplice, il centrifugato, sia anche quello migliore.

(Notizia aggiornata al 17 settembre)

17 settembre 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us