Mila Kunis racconta Il Cigno Nero

Lividi e ferite per il ballo.

blackswan_174869
|

Mila Kunis nel film campione di incassi Black Swan appare come una ballerina professionista graziosa e irritabile, ma arrivare a quel punto non è stato facile per la bella attrice di origine ucraina.

 

Parlando al W Magazine racconta che il training da "completamente incapace di ballare" a "quasi prima ballerina" l’ha riempita di lividi e ferite. «Non avevo mai ballato prima», ha ammesso l’attrice. «Mi sono allenata per quattro mesi, tutti i giorni, cinque ore al giorno. Ho perso 20kg e ho avuto un giorno di riposo solo per il mio compleanno. Ne è valso ogni minuto anche se mi sono strappata un legamento, ho slogato una spalla e ho due cicatrici sulla schiena».

 

Tutta questa fatica le è stata ripagata con un Golden Globe. Mila però afferma che non la vedremo più ballare sul grande schermo.

 

Sicuramente l’allenamento è stato ancora più duro per Natalie Portman, che danza ancor più della Kunis nel film. L’attrice candidata al premio Oscar ha iniziato infatti ad allenarsi un anno prima dell’inizio delle riprese del film, diventando così magra e stanca da temere che sarebbe morta. Inoltre il regista Aronofsky le aveva proposto di prendere dell’ecstasy per entrare ancora di più nella parte.

 

In attesa che il film esca al cinema Venerdì 18 Febbraio, non perdetevi la parodia fatta da Jim Carrey al Saturday Nigh Live.

 

15 febbraio 2011 | Michela Santagostino