Innovazione

Meglio le applicazioni di Apple o i suoi rimpiazzi?

o i suoi rimpiazzi?

di
Ma è proprio vero che nell’App Store c’è un’app per tutto? Pare di sì. Anche per sostituire le stesse applicazioni realizzate direttamente da Apple. Che paga lo scotto di una community di sviluppatori sempre più in gamba e in grado di realizzare ottimi prodotti.

"Gmail per Mail, Evernote per Note, Camera+ per Camera, Google Maps per
Apple Maps"

Un’app per tutto

Cambio della guardia - Con l’uscita delle Google Maps per iPhone questa “contraddizione” è diventata ancora più evidente. Perché, per l’appunto, per sostituire le mappe di Apple adesso è possibile installare quelle di Mountain View. Al posto di Safari c’è Chrome, Gmail - a patto di avere un account Google - è un valido sostituto di Mail, così come Camera può essere egregiamente rimpiazzato da Camera+ ed Evernote sbaraglia la concorrenza di Note. E questa non è che una breve lista, realizzata in un paio di touch.

Alla riscossa - Sembra passata un’era geologica da quando Apple lanciò il suo store virtuale per applicazioni e programmi. Ma, invece, non è neanche un lustro che ha aperto i battenti. Ed in questo arco di tempo, tutto sommato breve, gli sviluppatori hanno carpito molti segreti dal colosso di Cupertino riuscendo, il più delle volte, a presentare dei prodotti con funzionalità più avanzate rispetto agli omologhi targati Apple. E questa, di certo, non è una bella notizia per Apple. Lo è però per gli utenti che, nel caso fossero scontenti della qualità delle applicazioni "ufficiali" - il caso Apple Maps ne è un chiaro esempio - non hanno alcune difficoltà a trovare delle valide alternative. (sp)

iPhone 5 e la funzione panorama

17 dicembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us