Innovazione

Il materiale che si autoripara in 1 secondo

È una resina liquida che solidifica a contatto con l'ossigeno: la ricerca, finanziata dalla NASA, ha applicazioni in molti campi.

Ricercatori dell'Università del Michigan hanno messo a punto un materiale autoriparante particolarmente promettente perché impiega nettamente meno tempo di altri sistemi: la ricerca, pubblicata su ACS Macro Letters (rivista della American Chemical Society), parla di secondi. In casi particolari addirittura di un solo secondo.

Come Terminator. Il materiale in questione è una sorta di resina liquida che si solidifica appena entra in contatto con l'ossigeno. Da qui la suggestione dell'American Chemical Society, che lo paragona al metallo liquido di Terminator 2.

La resina che si ripara da sola
Immagine a corredo della ricerca pubblicata dalla American Chemical Society: è una rappresentazione del funzionamento della resina. © American Chemical Society

Proiettili o detriti. Per essere efficace la resina deve essere inserita tra due pannelli, in modo che non sia esposta all'ossigeno. Non appena qualcosa perfora i pannelli, ad esempio un proiettile o un detrito nello spazio, la resina reagisce immediatamente con l'ossigeno e "ripara" il danno.

Le applicazioni. Questa sua qualità, sottolineano i ricercatori, potrebbe renderla utile per migliorare la sicurezza delle pareti di un'autocisterna che trasporta sostanze pericolose, oppure la carlinga di un aeroplano o quella di un veicolo spaziale. Naturalmente, considerata soprattutto l'applicazione nello spazio, un ulteriore sviluppo della ricerca e una conseguente riduzione dei tempi di solidificazione, potrebbe davvero scongiurare i danni di un'improvvisa depressurizzazione con annessa perdita di ossigeno.

31 agosto 2015 Aldo Fresia
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us