Innovazione

Locuste cyborg a caccia di esplosivi

La US NAVY finanzia un progetto che sembra uscito da un film di fantascienza: trasformare le locuste in cyborg teleguidati e capaci di riconoscere gli eslosivi.

Le locuste sono considerate una piaga a causa della loro voracità (o uno spuntino, in qualche parte del mondo). Adesso potrebbero diventare anche le migliori alleate dell’uomo nella lotta al terrorismo. Un team di ricercatori dell’università di St. Louis sta infatti progettando di trasformare questi insetti in cyborg capaci di fiutare la più piccola traccia di esplosivo anche in luoghi difficilmente accessibili a uomini, cani addestrati e robot convenzionali.

Nasi con le ali. Le antenne delle locuste sono ricche di sensori in grado di captare e riconoscere gli odori, anche quando sono mescolati tra loro. Baranidharan Raman e i suoi colleghi hanno "addestrato" alcuni insetti a reagire all’odore di esplosivo e hanno impiantato nel loro cervello dei minuscoli elettrodi che intercettano i segnali elettrici inviati dall’antenne.

Quando questi segnali corrispondono a quelli della percezione dell'esplosivo, fanno accendere un led attaccato alla schiena della locusta. Un piccolo trasmettitore, sempre posizionato sulla schiena dell’animale, invia a un computer tutta l’attività cerebrale dell’insetto.

Pilotare le locuste. I ricercatori sono riusciti a realizzare anche un sistema per “tele-guidare” la locusta e mandarla dove serve: hanno rivestito le ali dell’animale con uno speciale tessuto extrasottile che converte la luce in calore. Quando l’operatore vuole fare cambiare direzione all'insetto, non deve fare altro che illuminare una delle ali con uno speciale laser.

Il progetto è stato finanziato dalla Marina Militare Usa con uno stanziamento di 750.000 dollari. Se tutto andrà secondo piani Raman riuscirà a realizzare il primo prototipo funzionante di cyber locusta entro un anno, ed entro due la locusta artificiere potrebbe essere operativa.

8 luglio 2016 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us