Innovazione

L'incubatrice low cost per neonati prematuri

Si chiama MOM ed è stata sviluppata da un designer inglese di soli 23 anni. È pieghevole, gonfiabile, e costa il 90% in meno di quelle normali. Potrebbe salvare migliaia di vite, nei luoghi dove si muore ancora per nascita pretermine.

Il suo nome ricorda il termine inglese per mamma, ed è proprio per le neomamme, e per i loro figli, che è stata pensata MOM. L'incubatrice gonfiabile, economica e facilmente trasportabile, ideata per i neonati prematuri dei paesi più disagiati del mondo, si è aggiudicata il primo premio nel James Dyson Award, l'annuale concorso di design industriale a scopo sociale.

Un giovane talento. James Roberts, il 23enne brittanico autore del progetto, ha avuto l'idea mentre guardava un documentario della BBC sui rifugiati siriani. Ogni anno nei campi profughi nascono 150 mila bambini: tra questi, 27.500 muoiono perché prematuri. James, laureando in design industriale alla Loughborough University, ha venduto la propria auto e investito il ricavato per finanziare il suo prototipo.

culla termica. Il cuore del dispositivo è costituito da pannelli di plastica gonfiabile che avvolgono il bambino e lo tengono al caldo. Un insieme di sensori comandati da una scheda Arduino regola temperatura, umidità e luce, creando le condizioni ottimali per il bambino.

Un'unità pieghevole di fototerapia può essere integrata per curare i bambini che soffrono di itterizia. In caso di interruzione di corrente, la batterie supplementari dell'incubatrice garantiscono il suo funzionamento per altre 24 ore.

Abbattimento dei costi. James ha ricevuto un premio di 30 mila sterline (38 mila euro) per finanziare i prototipi di MOM, che spera di rendere disponibili sul mercato per il 2017. Produrre MOM costa poco: per una incubatrice tradizionale ci vogliono circa 40 mila euro, mentre MOM si dovrebbe poter mettere in funzione con soli 320 euro, meno di un decimo del prezzo di mercato.

Nel frattempo si cercano sponsor: per l'Organizzazione Mondiale della Sanità il 75% delle morti neonatali è dovuto alla mancanza di incubatrici. Vale per i campi profughi, ma anche per i paesi in via di sviluppo carenti di strutture ospedaliere o per le zone colpite da calamità naturali.

7 novembre 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us