Innovazione

Le 5 cose che cambieranno il nostro futuro

In un mondo che cambia alla velocità della luce è difficile immaginare come sarà il nostro futuro anche a breve termine. Ogni anno gli esperti dell'IBM ci provano e queste sono le 5 affascinanti ipotesi su come la tecnologia cambierà le nostre vite nei prossimi cinque anni.

Nel dicembre 2006 IBM ha lanciato l'iniziativa "5in5", cinque cose che cambieranno la nostra vita nei prossimi 5 anni, e anche quest'anno arrivano puntualmente le previsioni degli esperti IBM per il 2018.

Ma se l'anno scorso, entro il 2017, si ipotizzavano computer in grado di riconoscere gli odori e ricette culinarie rese ancor più appetitose grazie a consigli digitali, quest'anno gli argomenti che si prevede cambieranno la nostra vita sono totalmente diversi. E molto interessanti. Eccoli.

Scuola e medicina

Dal punto di vista strettamente personale, saranno elementi come l'educazione e la salute a subire i cambiamenti più radicali. Nel primo caso con una scuola che si adatterà sempre di più alle esigenze e alle capacità dello studente, non viceversa; mentre a livello medico i dottori utilizzeranno sempre di più la risorsa del DNA per curare e prevenire malattie.

Sicurezza e acquisti online
Ormai, la barriera degli acquisti online è stata definitivamente abbattuta. Sono milioni le persone in tutto il mondo che preferiscono comprare in Rete piuttosto che recarsi in un negozio. Ma esiste il rischio della sicurezza. In futuro le cose cambieranno, secondo IBM, primo perché avremo a disposizione di una guardia digitale che difenderà i nostri dati e secondo perché l'esperienza di acquistare online sarà a metà, consultare il negozio in Rete e acquistare fisicamente.

Città a misura di cellulare
Un'ultima innovazione che vedremo da qui a cinque anni, sempre che chi governa lo voglia, sarà una città che risponde in maniera veloce e diretta alle necessità dei cittadini. Nel 2017 si prevede che saranno utilizzati in tutto il Mondo tre miliardi di smartphone. La città del futuro sarà a portata di indice, convogliando dati e informazioni direttamente sul nostro telefono: traffico, orari, corse degli autobus, teatri, musei, ogni informazione sarà disponibile in un attimo. Un futuro, più che mai, digitale.

Le 5 innovazioni dei prossimi 5 anni in dettaglio (e video)
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Ci prendono?
Tutte le previsioni del progetto 5 in 5 hanno un fondamento, ma poi si avverano? Sì, no, o meglio non sempre.
Le prime previsioni di IBM, quelle del 2006, si sono rivelate azzeccate. Nel 2006 si ipotizzavano i servizi di geolocalizzazione dei telefoni cellulari e oggi tutti gli smartphone possiedono il GPS; si prevedeva il riconoscimento vocale e oggi tutti i possessori di iPhone che usano Siri sanno di che cosa stiamo parlando; si ipotizzava la telemedicina e oggi qualche timido passo in avanti si è fatto; si immaginava l'utilizzo di nanotecnologie che oggi sono sempre più in uso; e infine si prevedeva l'implementazione del 3D in internet, che però oggi non c'è.
A parte quest'ultima previsione, che è ancora là da divenire, i "veggenti" di IBM non sono poi così sprovveduti.

20 dicembre 2013 Giorgio Baratto
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us