Innovazione

La tempesta solare non ha fatto danni sulla Terra

Il nostro pianeta ha assorbito l'effetto del campo magnetico.

La tempesta solare di ieri è passata quasi inosservata. Nessuno dei temuti inconvenienti per il nostro pianeta, e i suoi abitanti, si è manifestato anche grazie al campo magnetico terrestre che ha "tenuto testa" a quello dell’eruzione solare, annullandolo.

“Doveva essere la tempesta solare più potente degli ultimi cinque anni”

Pericolo scampato - La temuta tempesta magnetica, dovuta a una potentissima eruzione solare, che ha investito ieri il pianeta Terra non ha causato alcun danno. Né all’equilibrio del pianeta stesso, né ai suoi sette miliardi di abitanti. La conferma, oltre che dalla nostra esperienza diretta, arriva anche dall’Agenzia statunitense per gli Oceani e l’Atmosfera che ha ipotizzato che il forte campo magnetico della tempesta solare sia stato in qualche modo assorbito o attutito dal campo magnetico terrestre.

Tempesta declassata -Anche le tempeste magnetiche solari, come tutti i fenomeni fisici, hanno una scala di valutazione e di grandezza. Si va da G1, le più leggere, a G5, le peggiori. Quella di ieri doveva essere una G3, la più forte degli ultimi cinque anni, e tanto sarebbe bastato per fare danni al nostro pianeta. Avrebbe potuto, per esempio, creare fortissime interferenze nelle comunicazioni radio e satellitari, mettendo a rischio la navigazione aerea e marittima. Ma, alla fine, quella che è stata registrata è stata una semplice tempesta G1.

Come una palla di baseball - Come mai, allora, tanto allarmismo? Non era possibile prevedere sin da subito l’intensità della tempesta solare? Sì e no, secondo gli scienziati dello Space Weather Prediction Center di Boulder, in Colorado. Uno di loro, Joe Kunches, spiega le tempeste solari con una metafora: «Noi siamo come un battitore di baseball che cerca di intercettare una palla curva». In parole povere, quindi, gli scienziati sanno che sta per arrivare una palla e che sarà veloce, ma non possono sapere con che inclinazione e forza impatterà sulla terra. Per questa volta, quindi, ci è andata bene. (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Le foto dei tornado più spettacolari

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

9 marzo 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us