Innovazione

La roadmap "ufficiosa" di Apple è spuntata sul web

E la Borsa premia le voci.

di
La risposta di Apple non si è fatta attendere e il breve momento di crisi è già stato archiviato. Ieri è trapelata la roadmap ufficiosa, con tutti i prodotti che verranno lanciati nel corso di quest'anno, e la Borsa premia Cupertino con un bel +5%.

"Tornano le voci dell’iPhone low cost e dell’iPad mini Retina, ma niente iPhone 6"
Apple vuole rialzarsi - La crisi non guarda proprio in faccia a nessuno e perfino l’infallibile Apple ha iniziato il 2013 con qualche grattacapo in più del previsto: nulla di irreparabile e, anzi, una piccola flessione è quasi fisiologica, se consideriamo la costante ascesa dell’azienda negli ultimi anni. Gli investitori, però, si sono dimostrati come sempre spietati e l’hanno punita con un pesante ribasso azionario. Tutti speravano a questo punto in una sua reazione d’orgoglio e, infatti, il gigante di Cupertino non ha deluso le aspettative.

L’infallibile Kuo - Apple, secondo una ricerca condotta dal celebre analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities - quello che aveva pronosticato un iPhone 5 più sottile e dal display più ampio dei suoi predecessori - avrebbe già preparato un calendario ben preciso con tutte le uscite previste per quest’anno e, stando alle sue dichiarazioni, dovremmo vederne - letteralmente - di tutti i colori a partire dalla prossima primavera, con il probabile debutto della nuova versione del divertissement hi-tech per eccellenza, cioè la Apple TV.

Un’estate bollente - Questo sarà soltanto l’antipasto della rivoluzione che ci attenderà dal mese di giugno. Nell’arco di un trimestre o poco più assisteremo al lancio - nell’ordine - dell’ennesima gamma di iPod, del nuovo iPhone 5S, del tanto vociferato iPhone low cost, dell’iPad mini 2 e dell’iPad 5, con un ricco contorno di MacBook - e forse anche iMac - dotati di display Retina e addirittura Super-Retina. Ma vediamo ora in dettaglio ciò che dobbiamo aspettarci da questi attesissimi dispositivi.

Low cost è meglio - Abbiamo già parlato - forse anche più del dovuto - di un possibile iPhone low cost: Kuo conferma le voci circolate negli ultimi giorni e aggiunge che potrebbe avere lo stesso aspetto dell’attuale iPhone 5, seppur realizzato interamente in plastica colorata, per essere venduto tra i 350 e i 450 dollari. Niente iPhone 6, invece, per quest’anno: arriverà come da tradizione il modello 5S dotato di una nuova e velocissima CPU A7, insieme a un sensore biometrico che rileverà le impronte digitali.

Matrimonio tra iPad mini e Retina - Passiamo adesso ai tablet: per quanto riguarda Apple, il prodotto più azzeccato del 2012 rimane indubbiamente l’iPad mini e, così, verrà distribuita una seconda versione del membro più giovane delle tavolette Apple che avrà, finalmente, uno schermo con tecnologia Retina.

A breve distanza - o, più probabilmente, in contemporanea - vedrà la luce l’iPad 5, completamente ridisegnato per assomigliare al fratello minore, con uno spessore più contenuto e un peso nettamente inferiore, grazie all'utilizzo di nuovi materiali.

iOS 7 si avvicina a OS X - Le novità non finiscono qui: Apple non produce solo hardware, ma anche software ed entro la fine dell’anno, con ogni probabilità, verrà lanciato il nuovo sistema operativo mobile iOS 7. C’è chi parla di un’ulteriore convergenza con i sistemi di stampo classico, come Mac OS X, e c’è grande curiosità per vedere all’opera il sensore biometrico, che potrebbe essere l’unica vera innovazione nel nuovo iPhone 5S.

Uno è meglio di due - Sembra proprio che dovremo aspettare almeno un semestre prima di poter toccare con mano i nuovi frutti della casa della mela morsicata. In controtendenza con quanto sostenuto da altri analisti prima di lui, Kuo ha riproposto il “trend classico” di distribuire una sola gamma all’anno, contro le due ipotizzate da alcuni suoi colleghi dopo l’evento a sorpresa dello scorso mese di ottobre. Ti stai chiedendo come avranno accolto gli investitori questo ritorno al passato? La notizia dev’essere stata di loro gradimento, perché in un solo giorno Apple ha recuperato in Borsa ben 5 punti percentuali: l’ascesa verso quota 700 è ricominciata. (sp)

La storia dei prodotti Apple in 30 secondi

17 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us