Innovazione

La rete 4G cancellerà i segnali GPS?

Una volta acceso il telefonino scompare il GPS!

Gli esperti americani esprimo delle perplessità sul prossimo network 4G per cellulari e smartphone: potrebbe influire sul segnale della attuale rete GPS.

“In America si sollevano dubbi sulla nuova rete mobile: potrebbe influire sui satelliti GPS”

Acceso il telefonino, scompare il GPS - Secondo la Federal Communications Commission la rete super veloce 4G potrebbe addirittura cancellare i segnali dei satelliti GPS in aree di diverse miglia. La quarta generazione della rete per la telefonia mobile trasporta dati alla velocità di 1 Gigabit per secondo, ma potrebbe abbattere la trasmissione dei dati della “vecchia” rete militare GPS, interferendo coi segnali.

Si casca nei tecnicismi – Infatti la nuova rete mobile è prossima al segnale GPS nello spettro della banda disponibile: i satelliti GPS trasmettono tra i 1559 e i 1610 MHz, mentre i satelliti della nuova rete 4G, progettata dall’americana LightSquared, tra i 1525 e i 1559 MHz. Secondo gli esperti sono diversi i sistemi che si basano sulla trasmissione GPS, come quelli di navigazione e controllo del traffico aereo e navale, che potrebbero essere a rischio di problematiche interferenze.

Un produttore in prima linea – Molti dei dubbi e delle perplessità derivano da uno studio condotto dal produttore Garmin, da anni all’avanguardia nello studio e sviluppo di device che sfruttano la rete di satelliti GPS. A gennaio ha presentato alla Federal Communications Commission un’analisi effettuata con due ricevitori Garmin: lo studio ha cercato di simulare la trasmissione e ricezione della tecnologia LightSquared, mostrando che la ricezione dei dati GPS era completamente bloccata.

Si corre ai ripari – La questione è tutt’ora aperta ma, stando alle affermazioni di LightSquared si sta già cercando una soluzione: la compagnia ha speso 9 millioni di dollari per sviluppare dei filtri per i propri trasmettitori, così da eliminare ogni possibile interferenza con i segnali GPS.

I venti lavori del futuro. Guarda la gallery!

25 febbraio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us