Focus

La reputazione di Kindle minata dallo spam

Nella libreria Amazon.

kindlespam_179479
|

Lo spam non risparmia nessuno, nemmeno Kindle. La libreria online del più venduto eReader è stata infatti intasata.

 

Ogni mese migliaia di libri digitali - gli ebooks - vengono pubblicati su Amazon, ma molti non sono scritti in senso tradizionale. Sono stati invece costruiti usando i Private Label Rights, ovvero informazioni che possono essere acquistate a prezzi molto bassi e riformattate nei libri digitali. Questi ebooks vengono poi messi in vendita – spesso al costo di 99 centesimi – insieme ai libri più tradizionali del sito, costringendo i lettori a farsi strada tra una grande moltitudine di libri.

 

Gli aspiranti spammer possono anche acquistare un DVD chiamato Autopilot Kindle Cash, che insegna a pubblicare dai 10 ai 20 ebook al giorno senza nemmeno scrivere una parola.

 

Nel 2010 sono stati pubblicati quasi 2,8 milioni di libri digitali, contro i 316.000 tradizionali pubblicati negli USA. Un numero pazzesco se confrontato al 2002, con 33.000 ebook pubblicati e 215.00 libri tradizionali.

 

Ma alcuni di questi libri sembrano essere copie del lavoro di altri. È accaduto ad esempio allo scrittore neozelandese Shayne Parkinson, che ha scoperto che il suo libro Sentenza di Matrimonio era in vendita su Amazon sotto il nome di un altro autore. E per Amazon l’ondata di ebook spam potrebbe compromettere il marchio Kindle, che dovrà lavorare sodo per risolvere questo problema.

 

20 giugno 2011 | Michela Santagostino