Focus

La pressione umana può portare all'estinzione di oltre 18mila piante e animali

Lo dice la rivista Nature.

corall_175770
|

Dai paleobiologi dell'Università della California a Berkeley giungono nuovi allarmi sulle condizioni del nostro pianeta e dei suoi residenti: i ricercatori hanno posto l'attenzione sulle specie a rischio e su quelle ormai scomparse ipotizzando una possibile estinzione di massa che per loro sarebbe già in corso.

 

Lo studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature si concentra sui mammiferi e ci ricorda che in ognuna delle cinque estinzioni importanti dei passati cinquecentoquaranta milioni di anni sono sparite il 75% delle specie animali. Ciò che preoccupa di più è che questo ultimo rischio non sembra avere ragioni naturali come successe nel passato, ma pare dipendere proprio dall'uomo, che tra l'eccesso di caccia e pesca, i cambiamenti climatici operati e i gas serra sta azzerando i vari habitat naturali, soprattutto quelli degli abitanti delle barriere coralline e delle foreste.

 

Sarebbero 18mila 351 le piante ed animali nella lista rossa di quelli che vanno verso il declino, ma si spera che le cose possano cambiare e in molti ritengono sia troppo presto per fare previsioni.

 

Scritto da: Alice Ajmar

 

Photo credits: http://www.flickr.com/photos/mikebaird/666157060/

 

13 marzo 2011 | Stefano Caneva