Innovazione

La polizia sventerà i reati ancor prima che vengano commessi

Con IBM ora è possibile!

Mezzo secolo fa, Philip K. Dick scrisse il racconto "The Minority Report", nel quale ipotizzava un futuro perfettamente sicuro e del tutto privo d'ogni forma di criminalità, perché le forze dell'ordine, guidate da un gruppo d'individui in grado di predire il futuro, riuscivano a prevenire sistematicamente i reati. Stiamo ovviamente parlando di un classico della letteratura fantascientifica, eppure a breve potrebbe diventare realtà.IBM ha, infatti, deciso d'investire con decisione sulla ricerca nell'ambito dei sistemi di sicurezza: prima ha sviluppato un software per predire se un ragazzo, crescendo, diventerà un delinquente; poi ha realizzato un sistema di spegnimento automatico dei veicoli quando viene rilevato un segnale d'arresto, come ad esempio un semaforo rosso; ora annuncia una tecnologia di analisi predittiva che, incrociando tassi di criminalità, profili psicologici, rilevamenti dei servizi d'intelligence e previsioni meteorologiche, identifica i luoghi dove vi è una maggiore probabilità che vengano perpetrati dei reati in un preciso momento. Il sistema, che è già stato ampiamente sperimentato sul campo a Memphis, in Tennessee, ha contribuito ad una riduzione di quasi un terzo dei crimini e del 15% dei delitti nella città. L'investimento di quasi 10 miliardi di euro sostenuto da IBM per finanziare il progetto sembra davvero cospicuo, ma i primi risultati sono molto incoraggianti e, soprattutto, di mezzo non ci sono strani paragnosti di dubbie origini come nel celebre racconto: il software razionalizza semplicemente ciò che la mente dei poliziotti più esperti fa già inconsciamente ed il vantaggio principale sta proprio nella velocità d'elaborazione di questi complessi algoritmi da parte di un computer piuttosto che di un cervello umano. E per combattere i - pochi - crimini che non potranno essere evitati? Purtroppo dovremo pazientare ancora parecchio prima di vedere all'opera un programma che tragga ispirazione dai romanzi di Sir Arthur Conan Doyle...

28 luglio 2010 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us