Innovazione

La Nasa vuole lavare i panni sporchi nello spazio

A uso e consumo degli astronauti dell'ISS.

La NASA - agenzia spaziale americana - sta sviluppando una lavatrice per lavare il bucato in assenza di gravita sull'International Space Station (ISS). Il progetto è affidato all'UMPQUA Research Company.

Avete mai assistito al rientro sulla Terra di una navicella spaziale? No? Meglio per voi, perché, dopo giorni e giorni in assenza di gravità, gli astronauti devono pur avere qualche problemino con l’igiene e l’odore all’interno dell’abitacolo non dev’essere certamente dei migliori. Provate a pensare a come potrebbero ridursi se questa permanenza venisse prolungata per mesi, come sta per accadere con la stazione orbitante internazionale.

Può sembrare banale, ma l’uomo non può pensare di colonizzare l’universo senza fare il bucato, perché prima o poi le mutande pulite - anche se hanno ricevuto uno speciale trattamento antibatterico - finiscono sempre. L'URC sta, così, lavorando a un elettrodomestico decisamente diverso da quelli che siamo abituati ad avere nelle nostre case, che in futuro verrà inviato sull’ISS.

La lavatrice in fase di progettazione non fa uso della “classica” acqua, ma bensì di getti d’aria e vapore uniti alle microonde, e oltre ad igienizzare gli indumenti li tratta con estrema delicatezza, evitando di farli infeltrire. L’innovativo sistema non richiede, infatti, alcun detersivo - né tantomeno l’ammorbidente - e per questo è anche più ecologico. Verosimilmente, col passare degli anni, i costi di produzione si ridurranno e, grazie ai loro notevoli pregi, queste lavatrici di seconda generazione “atterreranno” nei nostri bagni.

Vi state chiedendo cosa ne facessero gli astronauti della biancheria sporca in passato? Semplice: o veniva stipata in grosse capsule che si autodistruggevano a contatto con l’atmosfera, o veniva utilizzata come concime per gli esperimenti con organismi vegetali. Averlo saputo prima, avremmo aperto una bella lavanderia a gettoni sulla Luna.

Le invenzioni Nasa che hanno cambiato il mondo

2 dicembre 2011 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us