Innovazione

La metropolitana potrebbe fornire energia alle città in futuro

Ogni frenata dei treni potrebbe fornire energia elettrica.

Uno dei principali problemi dei mezzi in movimento è che sprecano molta energia che potrebbe essere usata per generare elettricità. È il caso del calore e della frenata. Se nel primo caso non esistono ancora dei sistemi in grado di trasformarla e sfruttarla, potrebbero esserci invece buone notizie per il recupero dell'energia prodotta dalla frenata. Basterebbe, infatti, montare sui treni della metropolitana lo stesso meccanismo già messo a punto su diverse automobili con il risultato di fornire energia gratuita alla città.

Tutte le più importanti città del mondo hanno una fitta rete metropolitana che corre sotto ai piedi dei suoi cittadini: è uno dei mezzi di trasporto più utilizzati dai pendolari che, rispetto all’uso dell’automobile, garantisce un elevato grado di affidabilità (e spesso puntualità). Ogni giorno, quindi, centinaia di convogli sfrecciano sui binari, dissipando molta energia ogni volta che tirano il freno per far salire i passeggeri.

Nelle automobili esiste un meccanismo - conosciuto come freno rigenerativo - che permette di recuperare parte di questa energia sprecata e riutilizzarla per ridurre i consumi. Perché non approfittarne per alimentare le città? La società californiana Vycon ritiene che allestendo un sistema di volani sui vari treni, ogni frenata dei convogli produrrebbe una modesta quantità di energia ma sufficiente, per esempio, ad alimentare l'impianto elettrico della stazione metropolitana, riducendo le spese di gestione. Sembra che i comuni di Denver, Los Angelse e Sacramento sarebbero già pronti a far installare questi volani sulle rotaie delle loro subways. (sp)

Guarda le meraviglie della Terra:

19 settembre 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Napoleone tenne in scacco tutte le monarchie d'Europa. Poi, a Waterloo, la resa dei conti. Chi erano i nemici dell'imperatore dei francesi? Come formarono le alleanze e le coalizioni per arginarlo? E perché tutti temevano la Grande Armée? Su questo numero, la caduta di Napoleone raccontata attraverso i protagonisti che l'hanno orchestrata.

ABBONATI A 29,90€

Miliardi di microrganismi che popolano il nostro corpo influenzano la nostra salute. Ecco perché ci conviene trattarli bene. E ancora: come la scienza affronta la minaccia delle varianti di CoVID-19, e perché, da sempre, l'uomo punta al potere. Inoltre, in occasione del 20° anniversario della sua seconda missione in orbita, l’astronauta italiano Umberto Guidoni racconta la sua meravigliosa odissea nello spazio.

ABBONATI A 29,90€

Vi siete mai chiesti quante persone stanno facendo l'amore in questo momento nel mondo? O quante tradiscono? E ancora: Esistono giraffe nane? Cosa sono davvero le "scie chimiche" degli aerei? E quanto ci mette il cibo ad attraversare il nostro copo? Queste e tante altre domande & risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola tutti i mesi. 

ABBONATI A 29,90€
Follow us