Innovazione

La Marina americana si muove verso il "verde"

Pronti a rispettare la natura.

L'adeguamento a normative più rispettose verso l'ambiente tocca a tutti: si stanno attivando fabbriche, case automobilistiche, costruttori e persino la Marina militare americana, ponendosi l'anno 2020 come termine ultimo per raggiungere l'equità tra fonti green e non rinnovabili. Uno dei principali cambiamenti riguarderà le basi USA in Afghanistan, che passeranno da utilizzare combustibili fossili a essere alimentate da energia solare.

Ovviamente, non è solo amore verso la natura, ma anche necessità dovute a costi elevati: il continuo aumento del prezzo del carburante influisce fortemente sulle casse dell'esercito e rivolgersi a fonti di energia rinnovabili gioverebbe non poco; inoltre, ogni 50 rifornimenti, in media, viene ferito o ucciso un marine e controllare il carburante porta via uomini alla missione vera e propria. In precedenza, già nel 2009 era stata inaugurata la nave USS Makin Island, una nave anfibia ibrida gas-elettrica: se mantiene la velocità inferiore ai 12 nodi, vengono utilizzate batterie che permettono di risparmiare moltissima benzina rispetto alle navi tradizionali (ci si attende un risparmio di 250 milioni di Dollari durante l'intero arco di vita). Ovviamente questo processo eco-friendly non riguarda solo la Marina, bensì l'intero corpo dell'esercito americano: la "Navy", però, è la sezione militare in testa a questi adeguamenti.

Il recente successo dei Navy Seals nell'operazione che ha portato all'uccisione di Osama Bin Laden dimostra le capacità militari di questi soldati: speriamo che si riescano ad ottenere risultati eccellenti anche in quest'opera di avvicinamento alla natura. (ga)

22 maggio 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us