Innovazione

La mappa dell'odio

Un team di ricercatori americani ha ricostruito, grazie a Twitter, la mappa interattiva del razzismo e delle intolleranze etniche più diffuse negli States.

In alcune zone della Georgia i disabili non sono sempre ben visti, in Ohio, Pennsylvania e Virginia ci sono sacche più o meno profonde di omofobia, mentre la zona più orientale degli States cova ancora un diffuso risentimento contro la popolazione di colore. E' quanto emerge da Geography of Hate, un progetto sviluppato dai ricercatori della Humboldt State University che ha analizzato il contenuto e la provenienza di milioni di Tweet lanciati su Internet dagli utenti americani tra Giugno 2012 e Aprile 2013.

Ma cosa twitti?
Grazie a un particolare algoritmo da loro stessi ideato, Amelia Egle, Matthew Eiben e Miles Ross hanno estrapolato dal fiume dei cinguettii alcune “parole dell'odio” utilizzate in lingua inglese o nello slang americano per riferirsi a omosessuali, diverasamente abili o afroamericani. I tweet identificati come potenzialmente interessanti ai fini dello studio sono stati poi controllati manualmente da alcuni operatori in carne ed ossa.
I tre giovani ricercatori hanno quindi riportato su una mappa le coordinate di provenienza dei messaggi e ne hanno ponderato la concentrazione geografica in base alla quantità complessiva di tweet inviati in quella regione.
Il risultato è una mappa interattiva che aggrega i dati a livello di contea, così da rendere impossibile risalire alle singole cittadine dove si sono registrati i maggiori picchi di odio o intolleranza.
Il progetto non è comunque il primo nel suo genere: già da qualche anno l'Università del Kentucky ha iniziato a costruire DOLLY (Digital OnLine Life and You) un grande databse di tweet geolocalizzati, che insieme ad algoritmi di analisi del contenuto di diverso tipo permette di scoprire i trend sociali o politici in atto nelle varie zone del mondo.

Ti potrebbero interessare

La storia di Twitter in un video
Se Twitter finisce sulla carta igienica

21 maggio 2013 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us