La lavatrice riconosce tessuti e colori. Da sola!

Riconosce tessuti e colori. Da sola!

lavatrice-intelligente-nxp-rfid-nfc_219198

Ogni volta che fai il bucato ti ritrovi con una camicia di colore diverso? I tuoi capi di seta si sciolgono ogni volta che li lavi? I tuoi jeans preferiti sembrano quelli di tuo nipote di dieci anni? Tranquillo, tra un po’ sarà praticamente impossibile sbagliare il programma della lavatrice.

“Sbagliato lavaggio? Non succederà mai più!”

Pasticcio in tecnicolor - Puoi dire addio a quello splendido arcobaleno di colori che fuoriesce dalla tua lavatrice ogni volta che sbagli il programma di lavaggio o che, per caso, ti finisce nel cestello un calzino colorato in mezzo alle camicie bianche. La tecnologia sta entrando prepotentemente nei nostri elettrodomestici per aiutarci a evitare pasticci di questo genere.

NXP, RFID, NFC - Per capire di cosa stiamo parlando servono tre sigle: NXP, RFID e NFC. La prima è il nome dell’azienda che ha inventato una nuova scheda hardware compatibile con i sistemi per il controllo elettronico dei programmi delle lavatrici. Il suo segreto si cela dietro alle sigle RFID e NFC. Gli Rfid (Radio Frequency IDentification) sono dei microchip che servono per identificare cose e oggetti inviando un segnale radio a degli appositi scanner: una versione high-tech del vecchio codice a barre, per intenderci. Tutti i capi devono avere ovviamente un piccolo “bottone” RFID per comunicare la loro “identità” alla scheda. Vestiti così intelligenti sono ancora rari, ma stanno già arrivando. L’ultima sigla, NFC, sta per Near Field Communication - comunicazione a breve raggio - ed è una tecnologia tipica degli smartphone di nuova generazione.

Come si usa? - Più che chiedersi come si usa una lavatrice del genere bisognerebbe chiedersi come non si usa. Una volta caricati i “panni sporchi”, infatti, la scheda di NXP usa la tecnologia RFID per “capire” cosa c’è nel cestello (colore e tessuto). Fatto quindi l’identikit di mutande e calzini, sceglie da sola il programma più adatto. E visto che è una lavatrice intelligente, sa anche quanta biancheria deve lavare e può decidere da sola se usare, per esempio, un lavaggio a mezzo carico, così risparmi anche acqua ed energia elettrica. Ma non è finita qui, perché, tramite la tecnologia NFC, dialoga pure con lo smartphone. Sia con il tuo - per informarti, per esempio, su come procede il lavaggio - sia con quello del tecnico in caso di manutenzione. Detta in parole povere, il progresso tecnologico sta per togliere agli uomini la possibilità di fare i finti tonti ed evitare di fare la lavatrice per paura di combinare qualche guaio. Tempi duri... (sp)

Peppe Croce

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Scopri come funziona la lavatrice intelligente

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

17 Novembre 2012