Innovazione

La lampada di Minority Report è divenuta realtà

Effetti speciali come nel film Minority Report!

Il tavolo multi-touch che è un po' PC, un po' display ed un po'... tavolo - appunto - torna alla ribalta: alla fine di giugno, vi abbiamo parlato di un prototipo presentato da Microsoft sotto il nome The Wedge; ora, invece, è il turno di un nuovo progetto, realizzato da Li-Wei Chan, ricercatore presso la National Taiwan University di Taipei.

l dispositivo in questione ha l'aspetto di una lampada da scrivania dalla foggia classica, tanto da ricordare quella presente nel logo Pixar, ma quando questa viene attivata, invece d'emettere un fascio luminoso, proietta immagini sul tavolo sottostante, trasformandolo in un maxischermo. Se quest'ultimo, poi, è dotato di una superficie touchscreen, il tutto si comporta come una sorta di gigantesco tablet PC, che consente, però, l'utilizzo a più utenti contemporaneamente. Infine, la base stessa della lampada fornisce importanti informazioni al sistema ed interagisce attivamente con la sua interfaccia, diventando un vero e proprio strumento di puntamento.

Ammirando il video che ne mostra il funzionamento, diventa palese la fonte d'ispirazione che ha portato allo sviluppo di questo dispositivo, ovvero lo stesso Minority Report che abbiamo già nominato in numerose altre circostanze. A nostro giudizio, il film non è certamente entusiasmante e tra le innumerevoli trasposizioni cinematografiche delle opere di Philip K. Dick non figura tra le più riuscite, eppure sembra essere stato tra i più visti dagli scienziati di tutto il mondo: a questo punto, dobbiamo augurarci che non riscuota altrettanto successo Splice!

18 agosto 2010 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us