Innovazione

La guerra degli insetti meccanici

Ragni e libellule: saranno piccoli animali come questi - ma robotici - i protagonisti delle guerre del futuro. Programmati per andare in avanscoperta e scovare il nemico ovunque si nasconda, sono l'avanguardia di un esercito di automi ispirati alla natura. E che, dice chi fa i soldi con le armi, potranno forse salvare qualche vita al fronte. (27 maggio 2008)

Negli ultimi decenni le tecnologie stanno trasformando gli scenari di guerra. Le lobby delle armi e i politici che usano le armi per risolvere i conflitti hanno fiducia nei robot e nella fantasia di scienziati che trasformano animali pericolosi in armi micidiali. Ci sono, è vero, automi che - dicono - possono essere usati anche in ambito civile o umanitario, come il robot orsacchiotto e il robot serpente, che recuperano i feriti, ma la verità è che solamente i militari possono permettersi di pagare queste tecnologie. E adesso arrivano gli insetti dell'americana Bae Systems, azienda leader nei sistemi di "difesa" aerospaziali, terrestri e marittimi: ragni e libellule.
L'occhio lungo dei soldati. L'azienda ha sottoscritto un accordo con il laboratorio di ricerca dell'esercito americano per la realizzazione del progetto Mast (Micro autonomous systems and technology, tecnologie e sistemi di micro-automazione) che prevede la fornitura di robot ispirati al mondo animale, destinati a precedere i soldati e a fungere così da occhi e orecchi "a distanza", da usare dove le condizioni rendono inopportuno l'accesso diretto da parte degli uomini.
Robot in avanscoperta. Un video dell'azienda mostra la simulazione di un futuro scenario di guerra robotica: ragni e libellule, dotati di telecamere, sono lasciati liberi di scorrazzare per le case di un villaggio da conquistare, mentre, da lontano, i soldati osservano su monitor da polso ciò che gli occhi elettronici stanno vedendo per loro. Scovato il nemico, interviene infine l'elicottero per radere al suolo il covo. «Sono l'estensione dei sensi dei soldati», spiega Joseph Mait, uno dei responsabili del progetto, «e permetteranno di raggiungere obiettivi finora considerati impossibili.»

27 maggio 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us