Innovazione

La guerra degli insetti meccanici

Ragni e libellule: saranno piccoli animali come questi - ma robotici - i protagonisti delle guerre del futuro. Programmati per andare in avanscoperta e scovare il nemico ovunque si nasconda, sono l'avanguardia di un esercito di automi ispirati alla natura. E che, dice chi fa i soldi con le armi, potranno forse salvare qualche vita al fronte. (27 maggio 2008)

Negli ultimi decenni le tecnologie stanno trasformando gli scenari di guerra. Le lobby delle armi e i politici che usano le armi per risolvere i conflitti hanno fiducia nei robot e nella fantasia di scienziati che trasformano animali pericolosi in armi micidiali. Ci sono, è vero, automi che - dicono - possono essere usati anche in ambito civile o umanitario, come il robot orsacchiotto e il robot serpente, che recuperano i feriti, ma la verità è che solamente i militari possono permettersi di pagare queste tecnologie. E adesso arrivano gli insetti dell'americana Bae Systems, azienda leader nei sistemi di "difesa" aerospaziali, terrestri e marittimi: ragni e libellule.
L'occhio lungo dei soldati. L'azienda ha sottoscritto un accordo con il laboratorio di ricerca dell'esercito americano per la realizzazione del progetto Mast (Micro autonomous systems and technology, tecnologie e sistemi di micro-automazione) che prevede la fornitura di robot ispirati al mondo animale, destinati a precedere i soldati e a fungere così da occhi e orecchi "a distanza", da usare dove le condizioni rendono inopportuno l'accesso diretto da parte degli uomini.
Robot in avanscoperta. Un video dell'azienda mostra la simulazione di un futuro scenario di guerra robotica: ragni e libellule, dotati di telecamere, sono lasciati liberi di scorrazzare per le case di un villaggio da conquistare, mentre, da lontano, i soldati osservano su monitor da polso ciò che gli occhi elettronici stanno vedendo per loro. Scovato il nemico, interviene infine l'elicottero per radere al suolo il covo. «Sono l'estensione dei sensi dei soldati», spiega Joseph Mait, uno dei responsabili del progetto, «e permetteranno di raggiungere obiettivi finora considerati impossibili.»

27 maggio 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us