Innovazione

La Cina farà la sua stazione orbitale

Farà una stazione orbitale.

Ai tempi della Guerra Fredda, la corsa allo spazio era uno degli strumenti di propaganda preferiti da Stati Uniti ed Unione Sovietica. Il muro di Berlino e la cortina di ferro sono stati abbattuti da decenni, le due superpotenze rivali hanno ricominciato a dialogare e, per perfezionare programmi spaziali sempre più ambiziosi, si è creata una fitta rete di collaborazioni internazionali, che vede tra le protagoniste perfino la nostra piccola Italia; ciò nonostante, c’è sempre chi vuole distinguersi dagli altri e fare tutto da solo.

E’ il caso della Cina, che è in procinto di lanciare nello spazio la sua prima stazione orbitale: francamente, è un risultato storico di tutto rispetto, ma la scelta d’andare avanti in solitaria suona alquanto anacronistica, visto che le ultime spedizioni a carattere nazionale risalgono addirittura agli inizi degli anni Settanta. Va altresì ricordato che il programma cinese è supervisionato dall’Esercito Popolare di Liberazione, ma non per questo dovrà necessariamente avere connotati militari, come invece sospettano gli osservatori internazionali: anche sotto questo punto di vista appare fuori luogo e fuori tempo cotanta paranoia, mentre è decisamente più probabile che gli asiatici siano più interessati allo sbarco sulla Luna piuttosto che ai cannoni laser. Il responsabile del progetto è, infatti, tale Ouyang Ziyuan, un estroso scienziato che sostiene che il sottosuolo del nostro satellite sia pieno di ferro e di elio-3, che potrebbero essere impiegati per il funzionamento delle centrali nucleari e, quindi, per generare energia. Per ora, non c’è dato sapere se ci sia un fondo scientifico di verità oppure se l’idea sia semplicemente frutto di suggestioni cinematografiche - d’altronde, lo scenario che si prospetterebbe ricorderebbe inquietantemente il film “Moon” - però è certo che una stazione orbitale non è affatto indispensabile per affrontare una qualsivoglia spedizione lunare, anzi.

Siamo altrettanto sicuri che la Cina non avrebbe mai sostenuto un investimento così cospicuo senza aver prima pianificato con cura ogni mossa; ma quale potrebbe essere il passo successivo? Che voglia battere tutti sul tempo e colonizzare per prima Marte? Il pianeta rosso in mano ai rossi... più propagandistico di così si muore! (ga)

Ecco le invenzioni che ti danno i superpoteri:

28 aprile 2011 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us