Innovazione

La ceramica ultraresistente per i voli ipersonici

Un nuovo rivestimento super refrattario promette di sopportare senza danni temperature fino a 3000 °C: potrebbe essere utilizzato in ambito militare, o sui Concorde del futuro.

Una nuova ceramica resistente a temperature estreme potrebbe rimuovere parte degli ostacoli che ci separano dai voli ipersonici, quelli con aerei in grado di raggiungere Mach 5, cinque volte la velocità del suono (oltre i 6.100 km orari).

I ricercatori dell'Università di Manchester e della Central South University in Cina hanno messo a punto un rivestimento capace di proteggere le parti esterne dei velivoli da temperature fino a 3000 °C, sufficienti a strappare gli strati metallici di una fusoliera. La ricerca è stata pubblicata su Nature Communications.

Sollecitazioni estreme. Un volo ipersonico potrebbe trasportarci da Londra a New York in un paio d'ore. Uno degli ostacoli è che le alte temperature dovute alla compressione e all'attrito dell'aria sul velivolo causano due fenomeni in grado di degradarne irrimediabilmente le componenti: l'ablazione e l'ossidazione.

La prima è la rimozione delle sue molecole più esterne, la seconda è una reazione di combinazione con l'ossigeno che muta la struttura molecolare del rivestimento. Le ceramiche attualmente utilizzate anche dalla Nasa per proteggere velivoli militari e spaziali - i materiali ceramici ultrarefrattari (UHTC) - hanno ancora diversi limiti (alcuni sono per esempio suscettibili di ablazione).

Scudo indistruttibile. Il nuovo materiale, un carburo - in particolare un mix di carbonio con titanio, boro e zircone - promette di essere 12 volte più resistente all'ablazione dei materiali di rivestimento attuali. Prima di vederlo utilizzato sui voli ipersonici, però, sarà probabilmente impiegato per applicazioni militari o spaziali.

14 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us