La cantante Doda rischia il carcere per aver disonorato la Bibbia

Bibbia scritta da ubriachi

dodacinema_169479
|

Doda, la più famosa cantante polacca vincitrice di numerosi premi, dovrà presto affrontare un processo dopo aver annunciato che secondo lei la Bibbia è stata scritta da ubriachi e fumatori di marijuana.

 

La cantante ha lanciato un appello al tribunale di Varsavia contro i tentativi di perseguirla per aver insultato la religione, ma il suo ricorso è stato respinto. Se condannata, Doda dovrà passare i prossimi due anni in carcere.

 

L’affermazione è stata fatta nel 2009 durante un’intervista televisiva, ma Doda ha sostenuto che le sue osservazioni erano giovanili e improvvisate e che non ha mai avuto intenzione di offendere i sentimenti religiosi. Ha aggiunto inoltre che le sigarette di cui parlava erano quelle medicinali.

 

Ma i suoi commenti hanno irritato i cattolici polacchi, già indispettiti dalle sue continue apparizioni su Playboy e i video troppo sexy. Stanislaw Kogut, senatore polacco, ha definito i commenti di Doda come un insulto a cristiani ed ebrei. Invece Ryszard Nowak, presidente del Comitato per la Difesa Contro le Sette, ha lanciato una campagna per annullare i concerti di Doda per evitare simili blasfemie.

 

Ah se questi VIP pensassero prima di parlare... E dire che Doda ha un quoziente intellettivo pari a 156!

 

27 agosto 2010 | Michela Santagostino