Innovazione

L'Iran spiega come ha fregato il drone USA

L'Iran spiega come ha fregato il sistema di navigazione satellitare.

Vi ricordate il drone degli Stati Uniti fatto “prigioniero" dall’Iran? Bene, un ingegnere (anonimo) spiega come l’esercito è riuscito a catturarlo facendolo atterrare con un uccellino addomesticato in territorio nemico.

“Il drone ha letteralmente perso la bussola…”

Niente autodistruzione - Come ricorderai, il drone statunitense - nome in codice: “Sentinella” RQ-170 - era stato “catturato” dall’esercito iraniano. È atterrato, in condizioni perfette, senza autodistruggersi come previsto dalle procedure di emergenza e di sicurezza. Il video trasmesso in TV iraniana aveva mostrato due ufficiali che lo esaminavano con attenzione, girando attorno alla sua fusoliera mimetica. Tutti ci chiedevamo come gli iraniani fossero riusciti nell’impresa, teoricamente impossibile, mentre la preoccupazione degli americani saliva alle stelle. La spiegazione arriva da una video intervista a un ingegnere iraniano, rigorosamente anonimo, contattato dal Christian Science Monitor

Tutta colpa del GPS - Gli iraniani sostengono di essere riusciti a ingannare il sistema di navigazione GPS del drone, facendogli “credere” di trovarsi su un territorio amico e quindi di poter atterrare senza problemi. La tecnica del “GPS spoofing”, in pratica, sfrutta delle debolezza nella comunicazione tra il drone e i satelliti, sebbene cifrate, per modificare le coordinate e il tempo. Il povero drone ha perso letteralmente la bussola e si è lanciato tra le braccia del nemico. L’ingegnere spiega, inoltre, che non è neanche una tecnica così sofisticata. Insomma, mai sottovalutare le competenze tecniche dell’avversario soprattutto quando ci sono in gioco segreti militari. (sp)

Chiara Reali

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Ecco come hanno hackerato il drone statunitense

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

19 dicembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us