Innovazione

L'iPad mini è ottimo. Retina display all'orizzonte?

Ma potrebbe rendere di più con un Retina Display

di
L'iPad mini è ormai in circolazione da poco più di una settimana e iniziano ad arrivare le prime recensioni dell'ultimo gioiellino sfornato dai creativi di Cupertino. E sono tutte, più o meno, lusinghiere. Il diretto concorrente dell'Amazon Kindle Fire e del Google Nexus 7 si comporta alla grande, ma potrebbe rendere ancora meglio. Soprattutto se venisse dotato di Retina Display.

"Apple starebbe già lavorando a una seconda versione migliorata del
mini tablet"

Dieci giorni

dall’uscita dell’iPad 3 a quella dell’iPad 4 son passati appena 8 mesi e i clienti Apple non hanno reagito benissimo

Chimera - L’iPad mini, dal punto di vista estetico, è bellissimo. Come i suoi fratelli maggiori, d’altronde. E non a caso, visto che può essere considerato una via di mezzo tra un iPad e l’iPod touch di quarta generazione (con qualche tocco di iPhone 5 sparso qui e là). Una sorta di chimera, insomma. Un ottimo melange, reso quasi perfetto da un peso quasi irrisorio (poco più di 300 grammi) e da uno spessore davvero infinitesimale. Lo schermo, con risoluzione 1024x768, pecca forse un po’ in qualità, ma la differenza con i display degli altri tablet da 7 pollici è quasi impercettibile. Potrebbe, invece, far discutere la scelta di aver lasciato poco meno di un centimetro ai lati del display: se lo tieni “modalità lettura”, potrebbe accadere che il pollice finisca sullo schermo, rendendo illeggibili alcune parti dello schermo. Qui, insomma, Apple ha peccato un pochino, anche iOS 6 pare essere in grado di riconosce i touch accidentali..

Lettura - Ed è proprio quando viene utilizzato per leggere - sia riviste che libri - che l’iPad mini dà il peggio di sé. Ben inteso, il tablet di Apple si comporta egregiamente, ma visti gli alti standard qualitativi a cui la casa di Cupertino ci ha abituato e viste le prestazioni dei diretti concorrenti - Amazon Kindle Fire HD in testa -, l’iPad mini perde qualche punto. La lettura di libri è molto piacevole, ma il case in alluminio rende un po’ troppo scivoloso il gioiellino Apple, tanto che potrebbe rischiare di scivolare via dalle mani. E la lettura delle riviste e dei periodici, organizzata in applicazioni, appare un po’ troppo complicata.

Speedy Gonzalez - Sotto il punto di vista delle prestazioni, ad Apple non può essere imputato assolutamente nulla. L’equipaggiamento hardware di cui è dotato - 512 Mb di RAM e processore A5 dual core da 1GHz - permette di fare un po’ di tutto senza spiacevoli rallentamenti.

Grazie anche all’ottimizzazione software, non si avranno problemi di sorta sia che si navighi, che si legga libri o che si giochi. E con un batteria da 10 ore - esattamente come affermato da Apple nelle caratteristiche tecniche - ci si dimenticherà di avere un dispositivo mobile tra le mani.

Miglioriamo - La casa di Cupertino, però, non resta a guardare e ben presto potrebbe presentare una nuova versione dell’iPad mini che vada a porre rimedio alle piccole imperfezioni che presenta questo primo modello. Ed Apple, secondo indiscrezioni che arrivano dall’Asia, starebbe già preparando un iPad mini 2 dotato di Retina Display con risoluzione 2048x1536. Esattamente il doppio rispetto alla risoluzione dell’iPad mini. Se davvero fosse così, tutte le applicazioni per iPad 3 e iPad 4 diverrebbero compatibili anche con l’iPad mini e, forse, Apple darebbe il colpo di grazia alle sue rivali anche nel settore dei tablet da 7 pollici. (sp)

Apple iPad mini e il balletto delle cover

9 novembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us