Innovazione

L'hard disk copia l'archiviazione del DNA

Ricercatori statunitensi copiano il DNA per archiviare dati

di
Sei continuamente alla ricerca di un hard disk più capiente per salvare le foto dell’ultima vacanza o la tua collezione musicale digitale? Ben presto, forse, il DNA accorrerà in tuo aiuto. Una nuova tecnologia di archiviazione, ispirata alla famosissima doppia elica, promette miracoli.

"Un dispositivo di qualche cm potrebbe contenere più informazioni di internet"

Fonte di… archiviazione

Stampa DNA - Dagli States arrivano però buone nuove. Un team di scienziati guidato dal professor George Church ha appena pubblicato sull’ultimo numero di Science i risultati di una ricerca che potrebbe rivoluzionare l’intero mondo dello storage e dell’archiviazione. Il prof. Church e il suo gruppo, infatti, sono riusciti a ricreare un nano-ambiente dove posizionare porzioni di DNA artificiale da utilizzare per l’archiviazione dei dati. Una stampante a getto di inchiostro, su un piccolissimo chip di vetro, “stampa” piccolissimi frammenti di DNA sintetizzato chimicamente. L’archiviazione dei dati, anziché utilizzare il codice binario, è affidata a un sistema tetravalente, basato sulle 4 lettere che identificano i componenti basilari del DNA biologico, ossia A, C, G, T.

Non è tempo per noi - Al momento, però, non conviene ancora buttare via i propri hard disk portatili e altri supporti di archiviazione per rimpiazzarli con questa nuova tecnologia. I sequenziatori di DNA e degli altri strumenti sono ancora parecchio costosi e rendono questa tecnologia, almeno per il momento, inadatta a una diffusione commerciale. Questo campo di ricerca, fanno notare alcuni scienziati statunitensi, è in continua evoluzione e non è da escludere che nel giro di pochi anni si potrà assistere a un abbattimento dei costi di produzione e a una commercializzazione del sistema. (sp)

Hai cancellato un file? Ecco come recuperarlo!

20 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us