Innovazione

L'Europa vuole le mucche con il chip "integrato"

Chip sul bestiame per la tracciabilità

di
Vi ricordate della mucca pazza? Questa terribile malattia è quasi sparita dagli allevamenti europei, ma è stata alla base della leggi sulla tracciabilità della carne bovina. Che sta per cambiare grazie all'elettronica.

"Con i chip RFID anche i controlli veterinari sono più semplici e veloci"


Pazza per i RFID -

marchi auricolari

tracciabilità di vacche e vitelli destinati al consumo umano

Vita dura in fattoria - La tecnologia potrebbe realmente cambiare il modo in cui viene tracciata la storia di una mucca, dalla nascita in fattoria alla morte nel macello e persino fino al nostro piatto. Oggi gli allevatori devono marchiare i capi di bestiame, tenere registri con tutti gli spostamenti degli animali da un allevamento all'altro, renderli disponibili ai veterinari e alle autorità sanitarie in caso di problemi.

Tecno-mucche - Il futuro è disegnato da una proposta di un nuovo Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla tracciabilità della carne bovina che prevede la sperimentazione della tecnologia RFID. Con un minuscolo chip impiantato nell'animale, del tutto simile al microchip obbligatorio per i cani da compagnia, i veterinari potranno controllare all'istante tutta la storia di ogni capo di bestiame e verificarne l'eventuale provenienza sospetta. Gli allevatori, invece, potrebbero automatizzare e informatizzare senza sforzo e perdite di tempo i registri. Estendendo la tracciabilità sino al supermercato si potrebbe persino associare il codice a barre delle confezioni di carne - o addirittura dentro la carne - con il RFID dell'animale di provenienza e chiudere il cerchio della tracciabilità. Ma tutto questo non sarà semplice per gli allevatori più anziani che di tecnologia sanno poco o nulla. Per questo, in un primo momento, la tracciabilità elettronica RFID sarà volontaria. (sp)

11 aprile 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Da Suzy Solidor ad Alice Prin, da Luisa Casati a Dora Maar. Ambizioni, amori, talenti ed eccentricità delle donne che hanno ispirato i più grandi artisti del Novecento (e non solo). E ancora: dalle latrine romane al trono-gabinetto del Re Sole, la storia del bagno e dei nostri bisogni più intimi; i prìncipi secondogeniti che si sono ribellati alle leggi di successione, e ne hanno combinate di tutti i colori.

ABBONATI A 29,90€

Alla scoperta della pelle, l’organo più esteso del corpo che si rinnova in continuazione e definisce il nostro aspetto. E ancora: come funziona il nuovo farmaco per il tumore della mammella; le ultime meravigliose sorprese della Via Lattea; l'addestramento degli equipaggi degli elicotteri di salvataggio; dove sono le riserve maggiori di gas e con quali tecniche si estrae e distribuisce.

ABBONATI A 31,90€
Follow us