Innovazione

L'arte della macchina sporca

Bastano un pennello e un po' di fantasia per trasformare una seccatura come l'auto sporca, in un'opera d'arte. Non ci credete? Guardate che cosa fa questo signore texano. (Alessandro Bolla, 13 febbraio 2009)

Siete dei fanatici dell'auto pulita? Passate le domeniche a lucidare carrozzeria e cerchioni della vostra utilitaria? Dovreste prendere esempio da Scott Wade, il primo, e per quello che ne sappiamo unico, "dirty car artist" (artista della macchina sporca) al mondo. Questo barbuto signore abita in Texas, dove ancora oggi ci sono migliaia di chilometri di strade non asfaltate e polverose. Forse stufo di passare i suoi momenti liberi con secchio e spugna, Scott ha deciso di trasformare quella che rischiava di diventare un'ossessione in una originale forma di arte urbana: armato di pennelli utilizza come vere e proprie tele i lunotti impolverati delle auto. Potete vederlo all'opera in questo video.




Abilissimo disegnatore, per farsi conoscere più rapidamente ha iniziato a riprodurre, sempre con la sua particolare tecnica, le opere degli artisti più famosi: dalla Gioconda al poker dei cani, alla ragazza con l'orecchino di perla. Se qualcuno di voi volesse cimentarsi in questa singolare espressione artistica, ci mandi i suoi lavori. Li pubblicheremo. Intanto potete esercitarvi a costruire opere d'arte a granelli con il nostro multimedia "l'arte della sabbia".

Volete vedere altre forme di arte automobilstica? Non perdetevi lo slide show "Stranezze a motore". E se vi piace l'arte contemporanea più originale, cliccate su "Che arte è mai questa".

13 febbraio 2009
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us